Consulenza o Preventivo Gratuito

Evasore fiscale: confisca e tasse a rate off limit

del 14/03/2013
di: di Debora Alberici
Evasore fiscale: confisca e tasse a rate off limit
Niente revoca della confisca sui beni dell'evasore fiscale che nel frattempo restituisce a rate al fisco l'imposta non pagata. Ciò perchè il profitto del reato tributario comprende anche interessi e sanzioni e perchè la scelta di dilazionare il debito non è mai sicura per l'amministrazione finanziaria. Lo ha stabilito la Corte di cassazione con la sentenza n. 11836 del 13 marzo 2013.

La terza sezione penale ha quindi dato torto a un contribuente finito nel mirino della Guardia di finanza nell'ambito di una vasta operazione contro le frodi fiscali. Le autorità avevano sequestrato 104 mila euro a titolo di profitto del reato. Lui si era difeso sostenendo che si era accordato con l'amministrazione finanziaria per restituire a rate il debito. Ma questo dato è sembrato insufficiente alla Cassazione che, segnando una brusca frenata rispetto a una decisione delle Sezioni unite penali del 2009 (sentenza n. 38691) che aveva ordinato il dissequestro dei beni del contribuente che aveva restituito il debito.

Questo ripensamento, hanno spiegato gli Ermellini, si è avuto perché anche le sanzioni e gli interessi fanno parte del profitto del reato. Infatti, si legge in sentenza, «vero è che comunemente nel delitti tributari il profitto viene ricondotto all'ammontare dell'imposta evasa con ovvio riferimento ad un importo determinato in conseguenza di specifici accertamenti tributari: ma esso ingloba oltre l'ammontare dell'imposta evasa propriamente detta, anche le sanzioni e altre eventuali somme dovute (art. 7 comma 1 del dl 218/97), il che conduce a una diversa quantificazione del profitto da intendersi come vero e proprio risparmio di spesa che non esclude vantaggi ulteriori riflessi per il soggetto evasore». Per non parlare poi delle garanzie che l'amministrazione finanziaria non ha su una restituzione a rate.

vota  
SULLO STESSO ARGOMENTO
La Guardia di finanza rafforza gli accertamenti

del 25/01/2013

Guardia di finanza spalla delle Entrate per l'accertamento. Nel 2012 i verbali delle Fiamme gialle h...

L'elaborazione dei dati fiscali non è attività riservata

del 26/01/2013

L'attività di elaborazione dati ai fini fiscali non è attività riservata. Pertanto, può essere svolt...

Il nuovo redditometro non riesce a stanare i vip

del 29/01/2013

Il nuovo redditometro fa i conti con il passato. E il risultato non incoraggia affatto. Il vecchio a...