Consulenza o Preventivo Gratuito

La nuova polizza professionale

del 03/10/2011

La nuova polizza professionale

A tutela del cliente, il professionista è tenuto a stipulare idonea assicurazione per i rischi derivanti dall’esercizio derivante dall’attività professionale. Il professionista deve rendere noti al cliente, al momento dell’assunzione dell’incarico, gli estremi della polizza stipulata per la responsabilità professionale e il relativo massimale. Le condizioni generali per le polizze assicurative di cui al presente comma possono essere negoziate, in convenzione con i propri iscritti, dai consigli nazionali e degli enti previdenziali dei professionisti” (articolo 3, punto 5, lettera g), decreto legislativo 138/2011).
Il testo della norma con cui si apre questo commento è chiaro nell’intento di voler rendere, entro un anno, obbligatorie le polizze assicurative al fine di tenere indenni i clienti per perdite patrimoniali cagionate involontariamente agli stessi durante lo svolgimento dell’esercizio dell’attività professionale.
Dal prossimo anno, infatti, i clienti saranno tutelati da eventuali danni che il professionista involontariamente (ovviamente non saranno coperti i danni provocati da comportamenti dolosi) può commettere durante lo svolgimento delle proprie funzioni.
I professionisti – appartenenti a qualsiasi categoria professionale (area tecnica, area media, area giuridico economica) – potranno sempre sottoscrivere la polizza individualmente o mediante adesione a convenzioni ad hoc stipulate dai relativi consigli nazionali o dalle casse di previdenza a favore dei professionisti iscritti ed avranno l’obbligo di rendere nota al cliente in forma scritta gli estremi della polizza stipulata ed il relativo massimale.
Ebbene, il disposto non lascia spazio a dubbi interpretativi, poiché sin dalle prime battute di questo breve commento sì è tenuto a precisarne l’assoluta chiarezza.
Tuttavia, non possono non sorgere interrogativi in merito ai rischi da coprire considerata l’assoluta varietà di professionisti cui il disposto normativo è destinato. Non ci resta che attendere lumi!

Dott.ssa Marta Anna Belgiovine - Responsabile Centro Studi L&P
Loconte & Partners Studio Legale Tributario

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Responsabilità del notaio e testamento invalido

del 27/01/2011

La redazione dell’atto da parte del notaio costituisce una sorta di opus perfectum – almeno per quan...

Il professionista che perde la documentazione fiscale rischia il carcere

Avv. Luca Patruno del 26/10/2011

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 35867/2011, ha aperto uno scenario di rilevante interes...

La responsabilità del medico chirurgo

Avv. Maria Nefeli Gribaudi del 10/11/2011

Il medico chirurgo deve eseguire la propria prestazione professionale con diligenza, prudenza e peri...