Consulenza o Preventivo Gratuito

I controlli antiriciclaggio del professionista

del 03/01/2011

I controlli antiriciclaggio del professionista

Commercialista, consulente del lavoro, avvocato, revisore contabile, notaio: ogni professionista è tenuto ad eseguire un controllo di identificazione della propria clientela, cioè a controllare sulla base di documenti, dati e informazioni certe ottenute da fonti affidabili e indipendenti l’identità del cliente, dell’amministratore, del legale rappresentante, o, in caso di società controllate da altre società o entità giuridiche poste anche fuori Italia, del titolare effettivo. Il professionista deve, inoltre, ottenere informazioni sulla natura e lo scopo del rapporto continuativo della prestazione professionale e svolgere un controllo costante nel corso del rapporto. Lo stabilisce la normativa antiriciclaggio, le cui violazioni sono di natura penale e soggette a sanzioni da 2.600 a 13.000 euro, salvo che il fatto non costituisca reato più grave.

a cura della Redazione

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
La quantificazione del tasso alcolico

del 19/07/2010

Tribunale di Monza 17-07-2008 Giudice Monocratico Barbara - ART. 186 C.D.S. Poiché oggi la quantific...

Guida in stato di ebbrezza: co-proprietà

del 27/07/2010

Sequestro dell’auto per guida in stato di ebbrezza anche se vi sono due proprietari. Questa la dec...

Differimento della pena per il malato

del 13/09/2010

"Il giudice investito della delibazione della domanda per l'applicazione dell'art. 147 c.p. deve ten...