Consulenza o Preventivo Gratuito

Amministratori di condominio: Unai chiede di riconoscere la categoria

del 07/02/2018

Amministratori di condominio: Unai chiede di riconoscere la categoria

Gli amministratori di condominio sono professionisti formati per rispondere alle richieste e alle necessità degli abitanti di un palazzo - i condòmini - nel rispetto delle leggi vigenti. Amministrare i condomìni significa dunque conoscere il testo legislativo e restare aggiornati sulle modifiche che si presentano nel tempo per adeguare, a queste, ogni decisione.


Per essere in grado di affrontare questi e altri impegni, gli amministratori di condominio hanno bisogno di una formazione costante e di tutelare la propria posizione e professionalità. Per questo Rosario Calabrese, presidente nazionale dell'Unione nazionale amministratori d’immobili (Unai), torna a parlare della necessità di riconoscere la categoria di amministratori condominiali.


In un’intervista a Labitalia, il Dott. Calabrese sottolinea che ciascun amministratore ha il dovere di seguire corsi di formazione e aggiornamento e di rispettare un regolamento professionale condiviso che accerti la professionalità della persona e ne garantisca un compenso adeguato.


Accade spesso, infatti, che gli abitanti di una palazzina ritengono troppo oneroso il compenso per l’amministratore condominiale e decidono di organizzarsi in modo da eleggerne uno qualsiasi tra loro per pagarlo la metà o non pagarlo affatto.


Si tratta di una consuetudine sbagliata e pericolosa, proprio per le implicazioni e le responsabilità legali che rientrano tra i doveri di un professionista.


Avere un ordine professionale sarebbe una tutela anche per i condòmini, al pari del registro degli amministratori di condominio a cui chiunque può accedere per controllare i requisiti del professionista che gestisce la propria palazzina.


Rosario Calabrese conclude il suo intervento dicendo: "Siamo in presenza di una concorrenza sleale che ci impedisce di poter rendere quei servizi professionali a cui siamo chiamati. Noi siamo professionali e la nostra aspirazione è quella di mettere in campo la nostra formazione a servizio dei condomini".


Fonte: Adnkronos

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Caldaie e valvole per i termosifoni, cosa cambia?

La redazione del 02/10/2015

Nei giorni scorsi è entrata in vigore la nuova normativa che regola l'utilizzo delle caldaie ad uso...

Condominio: non basta la ricevuta dei pagamenti

del 21/09/2010

La ricevuta di pagamento emessa dall'amministratore al condomino rappresenta la prova della ricezion...

Telecamere vietate in condominio

del 29/12/2010

Vietata la videosorveglianza condominiale per la tutela dell'incolumità delle persone e delle cose d...