Consulenza o Preventivo Gratuito

Condominio: non basta la ricevuta dei pagamenti

del 21/09/2010

Condominio: non basta la ricevuta dei pagamenti

La ricevuta di pagamento emessa dall'amministratore al condomino rappresenta la prova della ricezione di un pagamento, ma non non la ricognizione di un debito.

Quindi tale quietanza non esime colui a favore del quale è fatta dall'onere di provare l'attendibilità di quanto in essa contenuto.

Con sentenza n. 17246 del 22 luglio 2010 la Corte di cassazione ha voluto in merito precisare che senza una ordinata contabilità da cui trarre indicazioni delle somme dovute da ciascuno dei condomini, le ricevute rilasciate al condomino dal traente-amministratore non costituiscono prova sufficiente dell'acquisizione della loro valuta da parte del condominio stesso, anche per il fatto che gli assegni erano stati dall’amministratore stesso emessi come mandatario della società condomina.

a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Caldaie e valvole per i termosifoni, cosa cambia?

La redazione del 02/10/2015

Nei giorni scorsi è entrata in vigore la nuova normativa che regola l'utilizzo delle caldaie ad uso...

Telecamere vietate in condominio

del 29/12/2010

Vietata la videosorveglianza condominiale per la tutela dell'incolumità delle persone e delle cose d...

Il 31 in condominio si fa festa senza liti

del 31/12/2010

A Capodanno si festeggia senza liti tra condomini. Dal Coram (Coordinamento dei Registri degli ammin...