Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: nuove regole per il DID disoccupazione

del 12/10/2017

Lavoro: nuove regole per il DID disoccupazione

Scopriamo le novità in merito al DID disoccupazione, la dichiarazione di immediata disponibilità, che subirà un’importante modifica nei prossimi mesi.

Cos’è il DID disoccupazione?

Prima di tutto, una premessa su cosa si intenda per dichiarazione di immediata disponibilità. Questa dichiarazione è un passaggio necessario per l’effettivo riconoscimento dello stato di disoccupazione di una persona. Infatti per essere considerati disoccupati non è sufficiente non svolgere alcuna attività lavorativa o formativa. La procedura per il riconoscimento dello stato di disoccupazione prevede infatti che il cittadino sia effettivamente disponibile allo svolgimento di un lavoro, e che si attivi per essere riconosciuto come tale.

La registrazione come disoccupato non avviene quindi in automatico; è necessario che gli interessati effettuino una procedura tramite il sito dedicato, in autonomia o con il supporto di un centro per l’impiego.

La registrazione prevede la trasmissione dei dati del disoccupato ai sistemi informativi del lavoro, presenti in ogni regione.  

DID disoccupazione: le novità

A partire dal prossimo 1 dicembre, la dichiarazione DID disoccupazione potrà essere presentata esclusivamente online e dovrà essere aggiornata nell’anagrafica SAP.

Per coloro che sono già iscritti non dovrebbe cambiare nulla, in quanto le procedure di aggiornamento verranno eseguite in automatico. Al momento, e fino al 30 novembre (salvo ulteriori proroghe) è stato avviato un sistema sperimentale per il passaggio al digitale, che prevede la contemporanea esistenza del formato online e cartaceo, che dovrebbe poi essere abbandonato definitivamente dal mese di Dicembre, quando cioè tutto il sistema di raccoglimento e condivisione dei dati tra enti entrerà effettivamente a regime.

Per i disoccupati che hanno già presentato o presenteranno invece la NASPI (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l’Impiego), è prevista in automatico il riconoscimento dell’immediata disponibilità, e per questo non dovranno essere effettuate ulteriori richieste. Infatti le domande di NASPI vengono già riconosciute dall’INPS ed inserite nel portale nazionale che rende disponibili i dati anche agli enti locali interessati (province autonome o regioni), in quanto la domanda prevede che l’interessato approvi la disponibilità immediata ad eventuali possibilità occupazionale o ad un progetto che prevede percorsi formativi volti all’inserimento lavorativo.

Eventuali ulteriori dettagli in merito possono essere reperiti sul sito dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro (http://www.anpal.gov.it), dove sono presenti inoltre le informazioni relative ai provvedimenti a favore di disoccupati e più in generale per le politiche di inserimento lavorativo.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Ok al licenziamento del cassiere che accetta metodi di pagamento non consentiti

del 27/12/2010

Per la sezione lavoro della Corte di Cassazione (sentenza n. 26108/2010) è legittimo il licenziament...

Retribuzioni risarcite se il licenziamento è orale

del 10/01/2011

Il lavoratore licenziato solo verbalmente può far valere la nullità del licenziamento che non interr...

Licenziamento: legittimo intimarlo se per causa diversa dal primo, giudicato illegittimo

del 25/01/2011

Lo Statuto dei lavoratori prevede per le aziende che impiegano più di 15 dipendenti "la tutela reale...