Consulenza o Preventivo Gratuito

Guida pensionati INPS: sette consigli per le pensioni più basse

del 16/08/2017

Guida pensionati INPS: sette consigli per le pensioni più basse

Pensione bassa? Ecco i sette preziosi consigli contenuti nella guida pensionati INPS utili per conoscere se la propria pensione potrebbe essere incrementata.

Guida pensionati INPS: la tua pensione è corretta?

L’INPS ha pubblicato una guida con lo scopo di far conoscere ai pensionati titoli di trattamenti minimi o di importo ridotto, le eventuali integrazioni alle quali potrebbero aver diritto e del quale magari non sono a conoscenza. Ecco cosa fare.

Consiglio 1: per chi non lo avesse già fatto, è consigliato registrarsi al sito dell’INPS, richiedendo le password di accesso o utilizzando l’identità SPID per chi ne fosse già in possesso. Tramite il sito è infatti possibile accedere a molte informazioni importanti riguardanti la propria posizione pensionistica.

Consiglio 2: una volta ottenute le credenziali, è consigliato visitare la sezione “cedolino pensione e servizi collegati” che consente di conoscere nel dettaglio da quali voci è composta la propria pensione e verificare quindi la presenza di eventuali errori.

Consiglio 3: sempre dal sito www.inps.it, è consigliato consultare la scheda “Le prestazioni collegate al reddito rivolte ai pensionati” che contiene indicazioni preziose e per conoscere se si ha diritto o meno ad un’integrazione della pensione.

Guida pensionati INPS: attenzione al Fisco

Consiglio 4: ogni anno i pensionati sono tenuti a comunicare, tramite il modulo RED, la percezione di eventuali integrazioni al reddito, cioè le cifre diverse rispetto al semplice assegno pensionistico. In caso di dubbio consigliamo di rivolgersi ad un centro di assistenza fiscale o allo stesso ente.

Consiglio 5: sempre dal portale INPS è possibile accedere alla sezione “Detrazioni fiscali: domanda e gestione” per verificare eventuali detrazioni delle quali si usufruisce e conoscere ulteriori detrazioni applicabili, come ad esempio quelle per i famigliari a carico.

Consiglio 6: chi ha versato contributi anche nella gestione separata o ha continuato a svolgere un’attività lavorativa, potrebbe avere diritto ad una pensione supplementare. È possibile verificare se si è in possesso dei requisiti per questa ulteriore pensione consultando le schede inerenti alla pensione supplementare, per compilare il modulo di richiesta.

Consiglio 7: un ultimo consiglio riguardai pensionati italiani che risiedono stabilmente all’estero. In questo caso infatti è possibile che il paese di residenza applichi un’ulteriore tassazione aggiuntiva. Se il paese è convenzionato con l’Italia, potrebbe essere possibile richiedere la sola applicazione dell’aliquota estera.

In caso di dubbi sui consigli contenuti nella guida pensionati INPS, consigliamo di rivolgersi ad un CAF o allo stesso ente di previdenza, contattabile anche telefonicamente da rete fissa al numero 803164.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pensioni: le novità del 2011

del 27/12/2010

Dal prossimo anno cambiano i requisiti e modalità di percezione degli assegni di previdenza. Nel det...

Innalzamento dell'eta pensionabile per le donne

Dott. Paolo Mussi del 11/07/2011

Scrivere di pensioni è sempre stato difficile, tanto più in concomitanza con manovre economiche più...

Lavoro e stranieri: le ultime novità

Avv. Luca Failla del 02/01/2012

Con diversi provvedimenti sia di matrice nazionale sia di matrice comunitaria il lavoro degli strani...