Consulenza o Preventivo Gratuito

Novità codice della strada: bici, smartphone e seggiolini

del 03/08/2017

Novità codice della strada: bici, smartphone e seggiolini

Scopriamo tutte le novità codice della strada proposte di recente, che modificano i comportamenti da tenere soprattutto in presenza di biciclette, nell’uso degli smartphone e dei seggiolini per bambini.

Novità codice della strada: attenzione alle biciclette

Uno dei primi punti che riguardano le modifiche all’articolo 173 del codice della strada è in merito alle biciclette presenti in carreggiata. Infatti le auto, se in fase di sorpasso, dovranno mantenere una distanza di sicurezza di almeno 1,5 metri. La norma è stata modificata per contrastare il fenomeno degli incidenti in bicicletta, che coinvolgono un numero sempre maggiore di amanti delle due ruote, in città come nelle aree extraurbane.

Mentre scriviamo non è però stata ancora comunicata la sanzione per i trasgressori, né se un comportamento non corretto potrà portare alla decurtazione di punti dalla patente di guida.

Novità codice della strada: smartphone e seggiolini

Un secondo punto delle modifiche al codice riguarda l’uso di telefonini, smartphone o altri dispositivi elettronici durante la guida. Nel caso in cui il conducente venga sorpreso a telefonare senza l’utilizzo di auricolari o vivavoce, o ancora utilizzi il telefono o altri dispositivi elettronici, potrà essere sottoposto al ritiro della patente per un periodo fino a tre mesi, con raddoppio della pena in caso di recidiva.

Sono inoltre allo studio le sanzioni pecuniarie correlate a questo tipo di infrazione al codice, alle quali si sommerà anche la decurtazione dei punti dalla patente.

Rispetto a quanto avviene oggi quindi si avrà un inasprimento dei provvedimenti; infatti al momento la sospensione della patente è prevista solo in caso di recidiva nell’arco di due anni.  

Un’ultima novità codice della strada riguarda l’utilizzo dei seggiolini per il trasporto dei bambini, che dovranno essere dotati di un sistema anti abbandono. La norma è stata elaborata in seguito ai fatti di cronaca che hanno riportato dell’abbandono involontario di bambini in auto, che soprattutto durante i mesi più caldi può costituire un pericolo per la sopravvivenza stessa del bambino, se il tempo di permanenza in auto diventa prolungato.

Ricordiamo infine che mentre scriviamo i provvedimenti sono ancora allo stato di disegno di legge, nonostante sia del tutto plausibile un’approvazione delle modifiche così come presentate. È quindi molto probabile che sia necessario attendere l’autunno per conoscere il testo definitivo dell’articolo e le sanzioni previste per i trasgressori.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Infrazioni al Codice della strada: ricorso al Prefetto

del 08/07/2010

Sgombriamo subito il campo da un equivoco, l’unico atto che può essere giuridicamente impugnato è c...

Non perde punti chi non dichiara il conducente

del 14/07/2010

Se non si dichiara il nome del conducente in seguito ad un’infrazione al Codice della strada non si...

Multe: novità col nuovo Codice della strada

del 19/07/2010

Il nuovo Codice della strada riguardante le infrazioni impedisce ai comuni di fare cassa con gli i...