Consulenza o Preventivo Gratuito

Non perde punti chi non dichiara il conducente

del 14/07/2010

Non perde punti chi non dichiara il conducente


Se non si dichiara il
nome del conducente in seguito ad un’infrazione al Codice della strada non si ha decurtazione dei punti della patente del proprietario dell’auto.

Questo è quanto ha deciso la Corte di cassazione a sezioni unite con sentenza 16276 del 12 luglio 2010. La suprema corte ha seguito una decisione della Corte costituzionale, precisamente la n. 27 del 2005, in cui è stata dichiarata l’illegittimità delle norme del Codice della strada relative all’obbligo di dichiarazione del conducente entro trenta giorni dall’infrazione.


Resta obbligatorio comunque il pagamento di una sanzione per omessa comunicazione dei dati identificativi del conducente. Per il proprietario scatterà in questo caso una contravvenzione da un minimo di 263 euro fino ad un massimo di 1.050 euro, ma non perderà i punti sulla patente.

a cura della Redazione

15/07/2010

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Infrazioni al Codice della strada: ricorso al Prefetto

del 08/07/2010

Sgombriamo subito il campo da un equivoco, l’unico atto che può essere giuridicamente impugnato è c...

Multe: novità col nuovo Codice della strada

del 19/07/2010

Il nuovo Codice della strada riguardante le infrazioni impedisce ai comuni di fare cassa con gli i...

Bolzano: no alla segnaletica in tedesco

del 26/07/2010

Lo ha deciso il Ministro Fitto. Sessanta giorni di tempo per far si che i tirolesi tolgano tutti i c...