Consulenza o Preventivo Gratuito

Pensioni: la reversibilità per i figli

del 27/01/2017

Pensioni: la reversibilità per i figli

La pensione di reversibilità è un beneficio al quale si è soliti associare il partner della persona deceduta. Tuttavia la reversibilità della pensione può essere anche in favore dei figli del defunto. Scopriamo in quali casi ereditare la pensione è un diritto.

La pensione di reversibilità: in quali casi

Precisiamo innanzitutto che la pensione di reversibilità non è un diritto riconosciuto in automatico ai figli, a meno che essi siano riconducibili ad una delle categorie seguenti. In questo senso la reversibilità per i figli rappresenta quindi un’eccezione pensata per tutelare persone riconducibili a una necessità di tutela.

In primo luogo hanno diritto alla pensione i ragazzi che non hanno raggiunto la maggiore età, per tutto il periodo mancante al raggiungimento dei diciotto anni. Sono inoltre inclusi in questo beneficio gli studenti fino ai 21 anni di età. Ciò vale anche per gli studenti universitari, nonostante abbiano la maggiore età che li escluderebbe dalla ricezione della pensione del genitore defunto, ma a patto che abbiano un’età inferiore ai 26 anni e che possano essere considerati come a carico del genitore defunto.

Sono infine ammessi alla reversibilità della pensione i figli disabili.

Chi ha diritto alla pensione di reversibilità

Nella parte precedente dell’articolo abbiamo genericamente fatto riferimento ai figli aventi diritto alla pensione del genitore. Vediamo ora quali sono i figli che hanno diritto di accedere a questo beneficio.

Oltre ai figli legittimi, la reversibilità spetta ai figli naturali o in genere legalmente riconosciuti. Sono inoltre inclusi nel beneficio anche i figli adottivi e quelli oggetto di affidamento.

Rientrano tuttavia nella categoria dei benefici anche i figli dell’altro coniuge, pure se nati da un precedente matrimonio. Per tutti i casi citati è necessario che al momento del decesso del genitore i figli siano minorenni o, se maggiorenni, studenti a carico del genitore defunto.

Un discorso particolare riguarda invece i figli con disabilità che possono ricevere la pensione di reversibilità del genitore anche se maggiorenni. Sono previste condizioni specifiche che tuttavia ammettono alla ricezione della pensione anche persone maggiorenni che svolgono attività lavorative a fini terapeutici.

Un ultimo caso riguarda infine i nipoti che possono accedere alla reversibilità dei nonni nel caso in cui ne risultino a carico al momento del decesso. L’accesso alla reversibilità della pensione dei nonni è legittimo, anche nel caso in cui i nipoti non siano affidati legalmente ai nonni, ma tuttavia vivano con essi e ne risultino del tutto a carico.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pensioni: le novità del 2011

del 27/12/2010

Dal prossimo anno cambiano i requisiti e modalità di percezione degli assegni di previdenza. Nel det...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Innalzamento dell'eta pensionabile per le donne

Dott. Paolo Mussi del 11/07/2011

Scrivere di pensioni è sempre stato difficile, tanto più in concomitanza con manovre economiche più...