Consulenza o Preventivo Gratuito

Bonus 80 euro 2017: erogazione e restituzione

del 25/01/2017

Bonus 80 euro 2017: erogazione e restituzione

Anche per l’anno da poco iniziato è stato confermato il bonus di 80 euro, previsto in busta paga per i lavoratori dipendenti e per alcune categorie specifiche di lavoratori. Come funziona il bonus nel 2017 e chi ne ha diritto? Quando è prevista la restituzione del bonus erogato? Scopriamolo con la guida che segue.

Bonus 80 euro 2017: la restituzione del bonus già erogato

Anche nel 2017 si verificherà la situazione già vista per l’anno scorso e cioè la necessità di restituzione del bonus per chi lo ha ricevuto ma non rientra nelle fasce di reddito degli aventi diritto.

In particolare il bonus dovrà essere restituito nel caso in cui il reddito annuo sia inferiore agli 8.000 euro o superiore ai 26.000 euro. La cifra è da intendersi al lordo delle tasse. Il reddito da utilizzare per il calcolo non deriva solamente dagli stipendi, ma deve essere inteso come reddito complessivo della persona. A questo titolo vengono quindi inclusi nel calcolo anche redditi diversi, come quelli derivanti ad esempio dal possesso di beni immobili dati in affitto.

Per conoscere se si ha realmente diritto al bonus, anche nell’eventualità che esso sia stato erogato, è quindi necessario attendere il calcolo derivante dalla dichiarazione dei redditi, che lo scorso anno ha sancito la restituzione del bonus per più di 300.000 contribuenti.

Chi ha diritto al bonus 80 euro 2017

Vediamo ora chi sono i lavoratori che hanno diritto all’erogazione del bonus fiscale in busta paga. Come anticipato la categoria più nota per l’erogazione del bonus è quella dei lavoratori dipendenti, ma hanno diritto al bonus 80 euro anche coloro che percepiscono un reddito assimilabile ai fini Irpef al lavoro dipendente. Nello specifico sono compresi nello sconto fiscale i lavoratori occupati in lavori definiti come socialmente utili, i soci lavoratori delle cooperative, i lavoratori in cassa integrazione, in mobilità o che usufruiscono dell’indennità di disoccupazione.

Inoltre sono inclusi nella platea degli aventi diritto al bonus fiscale anche i titolari di contratti di lavoro cosiddetti atipici come i collaboratori a progetto, coloro che percepiscono assegni per la formazione professionale e i titolari di borse di studio.

Sono ammessi al beneficio fiscale anche i lavoratori che lavorano per un periodo di tempo inferiore all’anno; in questo caso il bonus erogato viene calcolato sull’effettivo periodo di lavoro e viene quindi riconosciuto solo per le effettive mensilità di occupazione. 

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La beffa degli 80 euro

Fabio Ferrara, commercialista del 02/07/2015

Nel modello di dichiarazione dei redditi riguardante il periodo d’imposta 2014, è stato introdotto...

Deduzioni Iva per omaggi natalizi

del 10/12/2010

All’approssimarsi delle festività natalizie è consuetudine che le imprese, grandi e piccole, porgano...

Le novità del Modello Unico 2011

del 30/12/2010

Cambia sia nella grafica sia nei contenuti il modello Unico per il 2011. Tra le novità la cedolare s...