Consulenza o Preventivo Gratuito

Gratuito patrocinio 2016: i requisiti per l'assistenza legale

del 19/10/2016

Gratuito patrocinio 2016: i requisiti per l'assistenza legale

Quali sono i requisisti per accedere al gratuito patrocinio per l'anno in corso e le modalità per effettuare la richiesta in ambito penale e civile? Scopriamolo con la guida che segue.

Gratuito patrocinio: la difesa legale a carico dello Stato

Prima di conoscere i requisiti 2016 per l'accesso al gratuito patrocinio, facciamo una piccola premessa per definire cosa si intenda con questa locuzione.

Il gratuito patrocinio, detto anche patrocinio a spese dello Stato, è un istituto che lo Stato prevede a favore dei cittadini meno abbienti, che sono sollevati dal corrispondere alcune spese relative ai procedimenti giudiziari di qualsiasi tipologia.

Per il 2016, e fino alla decisione di nuovi requisiti, possono accedere al gratuito patrocinio coloro che hanno un reddito annuo inferiore agli 11.369,24 euro. Il reddito è da intendersi come famigliare e devono quindi essere tenuti in conto anche i redditi percepiti dagli altri componenti del nucleo famigliare.

Tuttavia, nel caso in cui il procedimento riguardi i diritti del singolo, il reddito da considerare è esclusivamente quello della persona interessata dal processo.

Per i procedimenti di natura penale la soglia di reddito è elevata di 1.032,91 euro aggiuntivi per ogni componente della famiglia, a prescindere dal fatto che percepisca un reddito o meno.

Come richiedere il gratuito patrocinio

Se la persona ha un reddito famigliare pari o inferiore alle soglie 2016 previste, può effettuare la richiesta di gratuito patrocinio. Nel caso di un processo penale, la richiesta deve essere indirizzata all'ufficio del magistrato competente per il procedimento in atto.

Se invece il processo è di natura civile, la richiesta può essere presentata all'Ordine degli Avvocati del luogo dove si svolge il processo; essa può essere inoltrata sia dall'interessato sia dall'eventuale difensore già individuato.

Prima di inoltrare la richiesta è sempre bene verificare che l'avvocato scelto abbia la facoltà di operare tramite il patrocinio a carico dello Stato. È possibile chiedere questa informazione direttamente al legale, o consultare gli elenchi pubblicati dagli ordini provinciali (anche online), che riportano nominativi e recapiti di tutti gli avvocati autorizzati a concedere il gratuito patrocinio.

Il patrocinio gratuito può essere concesso a prescindere dal numero di procedimenti in corso, ma viene revocato qualora la persona che ne usufruisce superi il limite famigliare o personale di reddito, anche nel caso in cui il superamento della soglia limite avvenga a procedimento già iniziato.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Corte di Cassazione: online i ricorsi

del 08/07/2010

Finalmente può partire il protocollo che permette agli avvocati la consultazione online dei ricors...

Fare causa d'ora in poi costerà di più

del 16/07/2010

Il maxiemendamento alla riforma finanziaria prevista dal Ministro Tremonti introduce un aumento del...

Partita regolare ma tifosi condannati

del 15/09/2010

Se un tifoso viene imputato per turbamento dell'ordine pubblico a seguito di disordini e danneggiame...