Consulenza o Preventivo Gratuito

Fisco: più dati nella dichiarazione dei redditi precompilata

del 04/10/2016

Fisco: più dati nella dichiarazione dei redditi precompilata

Novità in vista per la dichiarazione precompilata dei redditi 2017. A comunicarlo è l'Agenzia delle Entrate che ha reso note alcune modifiche rispetto alle spese contenute in automatico nella dichiarazione 2016.

Precompilata 2017: nuove spese mediche incluse

A partire dal 2017 la dichiarazione precompilata dei redditi si arricchirà con una nuova serie di dati relativi alle spese mediche. In particolare saranno incluse le spese veterinarie, l'acquisto di occhiali e di supporti per la vista, i farmaci da banco e gli esami di tipo medico effettuati nelle parafarmacie (come ad esempio l'elettrocardiogramma o gli esami del sangue). Una novità significativa è rappresentata dall'introduzione dei farmaci da banco, che erano invece rimasti esclusi dalla dichiarazione 2016, nonostante fossero già state aumentate le spese incluse in automatico nella dichiarazione. In particolare, soprattutto per quanto riguarda le spese per i farmaci veterinari e l'acquisto di occhiali, l'utente dovrà ricordarsi di far registrare sullo scontrino il numero di codice fiscale, in modo che la spesa venga inclusa nel database a disposizione dell'Agenzia delle Entrate. La regola vale per tutte le spese mediche, ma abbiamo sottolineato queste due categorie in quanto potrebbero essere percepite come diverse rispetto alle spese mediche più comuni.

Per quanto riguarda le spese veterinarie, anche i veterinari saranno tenuti alla trasmissione delle spese effettuate, che saranno detraibili per quanto riguarda gli animali da compagnia o utilizzati per le attività sportive; diverso invece è il caso delle cure per gli animali utilizzati ai fini di reddito, che non rientrano nelle spese detraibili dalla dichiarazione dei redditi.

Cosa cambia per il cittadino con la precompilata 2017?

All'atto pratico, nulla cambierà per i cittadini che intendono presentare la dichiarazione dei redditi tramite la cosiddetta precompilata. Infatti l'unica modifica sarà l'aumento dei dati disponibili nella dichiarazione stessa, che in linea teorica dovrà quindi essere modificata in un numero inferiore di casi rispetto a quanto fatto registrare per la dichiarazione 2016. Anche del punto di vista della tutela dei dati riservati dei cittadini non sono state apportate modifiche. I dati raccolti infatti potranno essere utilizzati al solo fine di trasmissione all'Agenzia delle Entrate da parte del Ministero dell'Economia e delle Finanze, incaricato della raccolta dei dati tramite il sistema della tessera sanitaria elettronica. Il contribuente ha tuttavia la possibilità di non trasmettere i dati raccolti, non presentando la tessera sanitaria elettronica o richiedendo alla stessa Agenzia delle Entrate il non trattamento dei dati personali.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La beffa degli 80 euro

Fabio Ferrara, commercialista del 02/07/2015

Nel modello di dichiarazione dei redditi riguardante il periodo d’imposta 2014, è stato introdotto...

Deduzioni Iva per omaggi natalizi

del 10/12/2010

All’approssimarsi delle festività natalizie è consuetudine che le imprese, grandi e piccole, porgano...

Le novità del Modello Unico 2011

del 30/12/2010

Cambia sia nella grafica sia nei contenuti il modello Unico per il 2011. Tra le novità la cedolare s...