Consulenza o Preventivo Gratuito

Avvocati: chi è e di cosa si occupa un art lawyer?

del 23/09/2016

Avvocati: chi è e di cosa si occupa un art lawyer?

Il panorama occupazionale di un avvocato è sempre più variegato, come dimostra la diffusione degli avvocati d'affari specializzati nei settori specifici più disparati, dalla cessione e acquisizione di aziende alla specializzazione in tutto ciò che concerne gli investimenti, fino al diritto internazionale. Una figura emergente in questo senso è quella dell'art lawyer, letteralmente avvocato dell'arte. Scopriamo chi è un art lawyer, di cosa si occupa e come è possibile intraprendere questa carriera professionale.

Chi è e cosa fa un art lawyer

Un art lawyer è un legale a tutti gli effetti, specializzato in tutto ciò che riguarda la consulenza legale per il settore artistico. L'avvocato specializzato in arte e beni artistici in genere viene consultato ogni qual volta un privato o una società si trovi a dover affrontare una tematica di tipo legale che coinvolge direttamente beni artistici o architettonici, per la cui risoluzione sono utili competenze legali specifiche.

Un esempio di intervento di un art lawyer è la valutazione di beni artistici nei procedimenti di assegnazione di un'eredità o per ciò che riguarda gli investimenti in ambito artistico; tuttavia un legale specializzato nei beni artistici può essere tenuto anche ad intervenire nella valutazione sull'autenticità di un'opera d'arte.

Come si diventa art lawyer

Come detto in precedenza, la figura dell'art lawyer è quella di un avvocato specializzato in ambito artistico. L'iter di formazione non è quindi diverso da quello previsto per un avvocato, che consiste nel conseguimento di una laurea specialistica in ambito legale, al quale deve far seguito il periodo di praticantato e il superamento dell'esame di abilitazione all'esercizio della professione di avvocato.

Come avviene per gli avvocati d'affari in genere, anche l'art lawyer deve conseguire competenze professionali specifiche, in questo caso nell'ambito dei beni artistici.

Utile in questo senso potrebbe essere una formazione di scuola superiore con specializzazione nel campo artistico, anche se molto spesso la scelta di operare professionalmente in questo campo specifico avviene successivamente. In questo caso è consigliata la frequenza di un master specifico, o di corsi universitari in ambito artistico che consentano di conseguire le competenze necessarie.

Anche lo svolgimento del praticantato presso uno studio o un legale già operanti nel settore è una possibilità formativa; in questo caso è però possibile incorrere in difficoltà nel reperire uno studio legale specializzato prevalentemente nel campo specifico dell'arte e della valutazione dei beni artistici ed architettonici.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Tutte le novità sul praticantato della legge 27/2012

Dott.ssa Laura Bertani del 15/05/2012

La legge n. 27/2012 rubricata sotto la denominazione "Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sv...

Avvocati stabiliti: il controllo dei requisiti è sempre necessario?

Redazione del 01/04/2016

Affrontiamo in questo articolo una questione relativa agli avvocati stabiliti, cioè a quegli avvocat...

Avvocati: il CNF bacchetta chi si vanta troppo nel farsi pubblicità

Redazione del 06/07/2016

Sì alla pubblicità, purché non sia eccessiva. Potremmo riassumere così la sentenza del Consiglio Naz...