Consulenza o Preventivo Gratuito

Come diventare dottore commercialista

del 05/08/2016

Come diventare dottore commercialista

In questa guida parleremo del percorso professionale da seguire per esercitare la professione di dottore commercialista, una professione sempre molto richiesta per tutto ciò che riguarda la consulenza aziendale in ambito fiscale, economico e tributario.

Come si diventa dottore commercialista

La formazione per diventare dottore commercialista inizia con il conseguimento di un titolo di scuola superiore della durata di cinque anni. Come accade anche per l'accesso alle altre facoltà, non è obbligatorio che il titolo conseguito sia pertinente all'ambito economico, anche se è vivamente consigliato. per questo motivo le scuole maggiormente indicate sono quelle che trattano materie economiche e giuridiche, come ad esempio gli istituti di ragioneria.

Una volta conseguito il diploma di scuola superiore, il futuro commercialista può scegliere una facoltà facente parte delle classi di scienze economiche o di scienze dell'economia e della gestione aziendale. Da questo punto di vista l'offerta formativa è piuttosto variegata. Una volta conseguito il diploma di laurea, dopo un percorso di durata triennale, è necessario conseguire una laurea specialistica con un percorso di studi di ulteriori due anni con un corso di laurea in scienze dell'economia o in scienze economiche e aziendali.

Per accedere all'esame di stato per l'abilitazione alla professione, è inoltre necessario effettuare un tirocinio di 18 mesi presso un commercialista che sia iscritto all'albo dell'ordine dei commercialisti da almeno 5 anni.

L'esame di abilitazione consiste in quattro prove, delle quali le prime tre scritte e una finale orale. Le sessioni di esame si svolgono due volte all'anno, secondo un calendario fissato annualmente.

Dottore commercialista o esperto contabile?

L'esperto contabile e il dottore commercialista sono due figure diverse tra loro, sia per le mansioni svolte sia per quanto riguarda il percorso formativo. L'esperto contabile infatti è una figura di minore specializzazione rispetto al commercialista.

L'abilitazione all'esercizio di questa professione ha un percorso di studio del tutto simile a quello necessario per accedere all'esame di stato da commercialista. La differenza consiste nel fatto che per accedere all'esame per esperto contabile, è sufficiente aver conseguito un diploma di laurea, con la frequenza di una delle facoltà indicate in precedenza anche per il percorso di studi superiore. Anche l'esperto contabile deve svolgere un tirocinio, con caratteristiche identiche a quello necessario per i dottori commercialisti.

Entrambe le figure professionali, una volta superato l'esame di stato, possono accedere all'iscrizione all'albo dei dottori commercialisti, che avviene in due sezioni separate per le diverse professionalità (sezione A per i dottori commercialisti e sezione B per gli esperti contabili).

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Il ruolo del mediatore immobiliare

Avv. Raffaello Boni del 02/04/2012

La recente sentenza n. 4830 della Corte di Cassazione del 26 marzo ribadisce con fermezza un princip...

Il sistema contabile reddituale usato in Italia

Dottor Ing. Gaetano Comandatore del 26/11/2012

Il motivo è che le scritture contabili seguono un sistema completamente diverso. In Italia si usa...

La Legge di Stabilità favorisce l’acquisto di immobili

Dott. Stefano Martini del 13/01/2016

La Legge di Stabilità ha introdotto una interessante novità atta a favorire l’acquisto di immobili a...