Consulenza o Preventivo Gratuito

Calendario del fisco: rinvii scadenze per Unico, 730 precompilato e altre dichiarazioni

del 28/06/2016

Calendario del fisco: rinvii scadenze per Unico, 730 precompilato e altre dichiarazioni

Come ormai accade ogni anno, anche per il 2016 le scadenze per la presentazione dei dichiarativi dei redditi 730 e Unico sono state posticipate rispetto alle date previste inizialmente. Scopriamo quindi qual è il calendario del fisco aggiornato per queste ed altre dichiarazioni.

730 precompilato: scadenza posticipata

Come già ipotizzato nei mesi scorsi e affermato nelle scorse settimane, è stata resa effettiva la proroga per la presentazione del modello 730 precompilato, che potrà essere effettuata entro il 23 luglio e non entro il 7 come previsto inizialmente. La proroga della presentazione della dichiarazione si è resa necessaria per le oggettive difficoltà dimostrate dalla nuova modalità di compilazione introdotta nel 2015, che ha di fatto riscontrato un numero di errori e mancanze che hanno reso necessaria la modifica dei dati precompilati, soprattutto per quanto riguarda le spese mediche effettuate dai cittadini, presenti in molti casi solo in parte.

Modello Unico: posticipo dei pagamenti per chi è soggetto agli studi di settore

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha confermato nei giorni scorsi la proroga per la presentazione del modello Unico 2016. Il comunicato stampa diramato poco prima della scadenza inizialmente prevista, ha prorogato i termini di pagamento delle imposte derivanti dalla presentazione dei redditi dal 16 giugno al prossimo 6 luglio. Il decreto ministeriale ha inoltre previsto la possibilità di effettuare i versamenti in ritardo fino al 22 di agosto. In questo caso verrà applicata una maggiorazione pari allo 0,40%. 

La proroga citata influisce anche sulla possibilità di effettuare la rateizzazione di quanto dovuto al fisco. Gli importi da versare potranno essere infatti suddivisi in 5 o sei rate (a seconda della tipologia di contribuente), con scadenze da giugno a novembre e una percentuale di interessi crescenti fino ad un massimo dell'1,65%.

Le altre scadenze fiscali di luglio 2016

Per quanto riguarda le altre scadenze fiscali previste per il mese di luglio, ricordiamo tra le altre la scadenza dell'IRPEF, prevista per il 18 luglio e il pagamento dell'IMU e della TASI per i soggetti obbligati dopo le modifiche apportate dalla Legge di Stabilità.

Ricordiamo infine che luglio è anche il mese di pagamento previsto per i titolari di immobili in affitto che si avvalgono della cedolare secca; il pagamento prevede il saldo di quanto dovuto per il 2015 e il primo acconto per l'anno 2016.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
La beffa degli 80 euro

Fabio Ferrara, commercialista del 02/07/2015

Nel modello di dichiarazione dei redditi riguardante il periodo d’imposta 2014, è stato introdotto...

Deduzioni Iva per omaggi natalizi

del 10/12/2010

All’approssimarsi delle festività natalizie è consuetudine che le imprese, grandi e piccole, porgano...

Le novità del Modello Unico 2011

del 30/12/2010

Cambia sia nella grafica sia nei contenuti il modello Unico per il 2011. Tra le novità la cedolare s...