Consulenza o Preventivo Gratuito

Condominio: chi paga i danni delle infiltrazioni dal tetto?

del 20/05/2016

Condominio: chi paga i danni delle infiltrazioni dal tetto?

Le infiltrazioni dal tetto in un condominio sono una delle problematicità più tipiche per quanto riguarda la convivenza nei condomini. Oggetto di numerosi contenziosi, la materia è stata di recente affrontata anche dai giudici della Corte di Cassazione.

Infiltrazioni dal tetto: cosa prevede la legge?

Le sentenze precedenti alla decisione della Cassazione avevano dato pareri discordanti in merito alle infiltrazioni provenienti dal tetto. Nel caso in cui il tetto dell'edificio fosse utilizzato come parte comune, ad esempio con un terrazzo a disposizione di tutti i condomini, la decisione più frequente era stata quella di suddividere le spese in quote proporzionali tra tutti i condomini, come accade del resto con le aree comuni. Diverse sono stata invece le sentenze relative ai danni causati da infiltrazioni derivanti da un'area utilizzata esclusivamente da uno o da alcuni condomini. In questo caso le decisioni dei giudici sono state molto diverse in passato.

Chi paga per le infiltrazioni dal tetto in un condominio?

La Corte di Cassazione, con sentenza n° 9449/2016 ha di recente messo fine al dibattito sulla questione, con una decisione che verrà presumibilmente utilizzata anche in altri processi simili. In particolare la Corte è stata chiamata a dirimere la questione di danni causati dalle infiltrazioni di una terrazza posta sul tetto di un condominio, il cui uso è riservato esclusivamente ad uno dei condomini.

In questo caso specifico la Corte ha riconosciuto che trattandosi di un uso esclusivo da parte di uno dei proprietari, il danno sia da imputarsi principalmente all'utilizzatore dell'area, della quale deve assumere anche il ruolo di custode, trattandosi di uno spazio appartenente a tutta la struttura. Tuttavia la Corte ha stabilito che il tetto condominiale o una terrazza situata su di esso sono comunque parti relative all'intero edificio, e per questo motivo le spese di eventuali danni, devono ricadere su tutti i condomini.

In particolare è stato stabilito che le spese di sistemazione dell'area devono essere ripartite per un terzo a carico di chi utilizza esclusivamente l'area, mentre i restanti due terzi vanno suddivisi tra gli altri condomini.

Solo nel caso in cui le infiltrazioni (ma ciò vale in generale per qualsiasi tipo di danneggiamento), siano riconducibili solo ed esclusivamente a chi utilizza l'area, ad esempio per incuria, esse dovranno essere a carico del solo utilizzatore, riconosciuto quindi come unico responsabile del danno causato all'area.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Caldaie e valvole per i termosifoni, cosa cambia?

La redazione del 02/10/2015

Nei giorni scorsi è entrata in vigore la nuova normativa che regola l'utilizzo delle caldaie ad uso...

Condominio: non basta la ricevuta dei pagamenti

del 21/09/2010

La ricevuta di pagamento emessa dall'amministratore al condomino rappresenta la prova della ricezion...

Telecamere vietate in condominio

del 29/12/2010

Vietata la videosorveglianza condominiale per la tutela dell'incolumità delle persone e delle cose d...