Consulenza o Preventivo Gratuito

Abuso dei permessi per assistenza familiare

del 07/04/2016

Abuso dei permessi per assistenza familiare

La legge 104/92, come noto a molti, prevede dei permessi di ventiquattro ore nell’arco del mese concessi al lavoratore per assistere il proprio familiare in caso di necessità. Di seguito vedremo cosa ha stabilito la Corte di Cassazione sotto il profilo lavorativo nel caso in cui il lavoratore abusi del diritto-beneficio offerto dalla legge ai fini assistenziali.

Con una recentissima sentenza, la Suprema Corte ribadisce che è legittimo il licenziamento disciplinare del lavoratore nel caso in cui approfitti dei permessi concessi a fronte delle poche ore che realmente quest’ultimo avrebbe bisogno. Di riflesso, i permessi che spettano al lavoratore devono coincidere con le ore realmente necessarie ai fini assistenziali pena il licenziamento disciplinare che la Corte sottolinea essere “in tronco” poiché il lavoratore non adempie e non rispetta le esigenze aziendali, facendo venir meno, quindi, la base fiduciaria nel rapporto di lavoro tra datore e lavoratore.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Permesso provvisorio per rinnovo patenti malati

del 08/11/2010

I titolari di patente obbligati a effettuare il rinnovo della licenza in commissione medica ora poss...

Decorrenza del congedo obbligatorio in caso di parto prematuro

Avv. Luca Failla del 18/04/2011

La Corte Costituzionale interviene ancora una volta sul TU della maternità. Con riguardo al congedo...

Le prospettive di modifica normativa in materia di congedi e permessi

Avv. Luca Failla del 01/08/2011

In attuazione delle previsioni contenute nel Collegato Lavoro (legge n. 183/2010, articolo 23) sono...