Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro: la Garanzia Giovani e il bonus occupazionale

del 11/03/2016

Lavoro: la Garanzia Giovani e il bonus occupazionale

Il programma Garanzia Giovani è un'iniziativa il cui scopo è quello di favorire le possibilità occupazionali dei giovani, tramite la concessione di agevolazioni per le imprese che assumono. Vediamo in cosa consiste il bonus occupazionale, quali sono i requisiti da rispettare e l'importo riconosciuto alle aziende.

Garanzia Giovani: meno costo al lavoro

Il progetto Garanzia Giovani utilizza come mezzo per favorire le assunzioni il riconoscimento di un bonus volto a diminuire il costo del lavoro per l'azienda. Il progetto, iniziato nel 2014, proseguirà per tutto il 2016, con condizioni simili rispetto a quelle emerse negli scorsi anni. In particolare il bonus occupazionale viene riconosciuto, per le assunzioni effettuate nell'anno in corso, per i contratti a tempo indeterminato o determinato di durata non inferiore ai sei mesi. Sono inclusi anche i contratti a scopo di somministrazione, con durata minima di sei mesi come nel caso del contratto a tempo determinato.

Nel caso della somministrazione di lavoro il bonus occupazionale non è però riconosciuto nel caso in cui l'agenzia in questione usufruisca di ulteriori agevolazioni o aderisca ad altre iniziative simili all'interno del programma. Anche nel 2016 è stata confermata la possibilità di applicare il bonus ai contratti di apprendistato, che devono però necessariamente essere professionalizzanti.

A quanto ammonta il bonus occupazionale?

Sono tre i fattori che influenzano l'ammontare del bonus occupazionale: il periodo di occupazione, la tipologia di assunzione ed il profilo del giovane assunto.

In particolare gli importi sono individuati secondo i casi che seguono:

·  1.500 euro per giovani dalla profilazione alta assunti con contratti a tempo determinato di durata pari o superiore ai 6 mesi.
·  2.000 euro per quelli dalla profilazione molto alta assunti con contratti a tempo determinato di durata pari o superiore ai 6 mesi.
·  3.000 euro per giovani dalla profilazione alta assunti con contratti a tempo determinato di durata pari o superiore ai 12 mesi.
·  4.000 euro per quelli dalla profilazione molto alta assunti con contratti a tempo determinato di durata pari o superiore ai 12 mesi.
·  Da 1.500 euro a 6.000 euro, in funzione della classe di profilazione del giovane, per assunzioni a tempo indeterminato

Il bonus può essere utilizzato parallelamente ad altri tipi di incentivi per le assunzioni a patto che gli incentivi accumulati non superino per il 2016 il 50% dei costi salariali normalmente previsti per quel tipo di assunzione.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Apprendistato e formazione aziendale

del 08/07/2010

La Corte Costituzionale con sentenza n. 176/2010 ha dichiarato l'illegittimità costituzionale della...

La riforma dell'apprendistato

Avv. Luca Failla del 07/11/2011

E’ in vigore dallo scorso 25 ottobre il decreto legislativo del 15 settembre 2011 n. 167 recante il...

Ultime novità sull'apprendistato

Dott. Caludio Zaninotto del 21/11/2011

Il 25 ottobre 2011 è entrato in vigore il decreto legislativo n. 167 del 14.9.2011 che ha riformato...