Consulenza o Preventivo Gratuito

Esodati: sbloccato il pagamento degli assegni...in attesa dell'ottava salvaguardia

del 24/02/2016

Esodati: sbloccato il pagamento degli assegni...in attesa dell'ottava salvaguardia

Il primi mesi del 2016 hanno portato una buona notizia per gli esodati (o almeno per una parte di essi): il pagamento degli assegni da parte dell'INPS. Scopriamo quali sono i lavoratori interessati e un'importante precisazione in merito alla tassazione degli importi ricevuti.

Assegni agli esodati in arrivo dall'INPS

Come dicevamo, l'INPS ha autorizzato il pagamento per gli assegni dei cosiddetti esodati, cioè di coloro che in seguito alla riforma del lavoro firmata dall'ex ministro Elsa Fornero, si ritrovarono esclusi sia dal regime pensionistico sia dal mercato del lavoro. Il pagamento in questione riguarda gli esodati che sono rientrati in questa categoria prima del 2010, cioè coloro che rientravano a quella data nei fondi di solidarietà o erano già stati riconosciuti come lavoratori in mobilità

Il numero dei beneficiari, secondo i dati resi noti dall'INPS, è pari a 1.490 e include coloro che avevano maturato i requisiti necessari per il pensionamento durante il periodo di mobilità. 

Tassazione e errori degli assegni

Secondo quanto emerso, alcuni tra i beneficiari degli assegni pensionistici avrebbero rilevato un problema nel calcolo degli importi. In particolare ad essere messo sotto accusa è il calcolo dell'Irpef, che sarebbe stato calcolato sugli importi netti, dando quindi indirettamente vita a una doppia tassazione. In caso di dubbio sul calcolo è possibile rivolgersi ad un professionista, ad un patronato o a una delle sedi territoriali dell'INPS, per verificare la corretta applicazione della tassazione in merito.

In attesa dell'ottava salvaguardia

Come si capisce dal numero delle persone interessate, il pagamento degli assegni autorizzato nel 2016 ha interessato solo in parte la platea degli esodati, che continua ad essere importante. Per questo motivo circa 30.000 persone auspicano l'attivazione di un'ulteriore salvaguardia (l'ottava), che potrebbe risolvere in maniera definitiva l'ormai annosa questione degli esodati. La questione riguarda ancora molti lavoratori trovatisi privi di un lavoro al 31 dicembre 2011 e che stando alle regole in vigore al momento dell'interruzione del lavoro, potrebbero accedere ai trattamenti pensionistici entro la fine del 2018. Non è ancora possibile sapere se l'ultima parte dei lavoratori verrà interessata da un'ipotetica ottava salvaguardia o se verranno messi a punto provvedimenti rivolti a una platea più ridotta di lavoratori. Al momento non è infatti noto nessun provvedimento specifico, che sarà oggetto di ulteriori articoli nel caso in cui il Governo presentasse novità in merito.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pensioni: le novità del 2011

del 27/12/2010

Dal prossimo anno cambiano i requisiti e modalità di percezione degli assegni di previdenza. Nel det...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Innalzamento dell'eta pensionabile per le donne

Dott. Paolo Mussi del 11/07/2011

Scrivere di pensioni è sempre stato difficile, tanto più in concomitanza con manovre economiche più...