Consulenza o Preventivo Gratuito

Rent to buy: 5 cose da sapere

del 23/02/2016

Rent to buy: 5 cose da sapere

La compravendita di immobili tramite il sistema del rent to buy è una possibilità che presenta ancora alcuni punti non chiari per gli acquirenti. Scopriamo gli aggiornamenti su questa forma di acquisto tramite le cinque cose che è necessario sapere prima di firmare un contratto di "affitto per l'acquisto".

1. Cos'è il rent to buy?

Questo tipo di formula di acquisto, talvolta denominato anche affitto a riscatto, è un contratto di acquisto e di locazione allo stesso tempo. Chi prende in locazione l'appartamento o l'immobile in questione versa per un periodo di tempo concordato un regolare canone di affitto, che alla scadenza del termine potrà essere detratto dalla somma necessaria per l'acquisto dell'immobile stesso.

2. Cosa può essere acquistato tramite la formula rent to buy?

Anche se molto spesso si fa riferimento a questo contratto per l'acquisto di appartamenti, esso può essere utilizzato per tutte le proprietà immobiliari, dai terreni agli immobili in costruzione, compresi capannoni, negozi e uffici.

3. Cosa succede alla fine del contratto: il contraente è obbligato all'acquisto?

Al termine del periodo di affitto prefissato e scritto nel contratto, il conduttore può decidere se acquistare l'immobile o meno. L'acquisto non è quindi un obbligo ma una possibilità. Anche il periodo entro il quale la decisione di acquisto deve essere presa può essere inserito nel contratto, ma di norma è inferiore ai dieci anni. Nel caso in cui chi ha preso l'immobile in affitto non intenda effettuare l'acquisto, viene invitato a liberare l'immobile con una procedura molto più semplice e rapida rispetto a quanto avviene per gli sfratti. Questa procedura può essere intrapresa anche durante la validità del contratto di affitto, qualora il contraente non rispetti i pagamenti concordati. 

4. La formula rent to buy è conveniente?

La convenienza di questa particolare forma di compravendita dipende dalle condizioni inserite nel contratto e dall'immobile oggetto di compravendita. La formula può rivelarsi conveniente nel caso si intenda acquistare l'immobile; si tenga però presente che il canone di locazione applicato è spesso superiore rispetto ad un canone standard, e quindi nel caso di mancato acquisto la formula potrebbe non essere la più vantaggiosa. Ogni caso deve però essere valutato singolarmente considerando i prezzi di mercato applicati per la tipologia di immobile nell'area dove esso è ubicato.

5. Il rent to buy di un immobile in costruzione: e se l'impresa fallisce?

Nel caso in cui l'impresa che sta costruendo l'immobile oggetto di compravendita fallisca, l'acquirente è tutelato in quanto il contratto può proseguire anche in presenza di una procedura fallimentare.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La tutela dell'acquirente nella vendita degli immobili da costruire

Avv. Fabio Benatti del 12/09/2011

Il decreto legislativo n. 122 del 20 giugno 2005 è volto a tutelare il promissario acquirente di un...

Il ruolo del mediatore immobiliare

Avv. Raffaello Boni del 02/04/2012

La recente sentenza n. 4830 della Corte di Cassazione del 26 marzo ribadisce con fermezza un princip...

ACE Lombardia: istruzioni per professionisti e privati

Arch. Silvia Volpe del 29/03/2013

Con Decreto Dirigente Unità Organizzativa 23 ottobre 2012 n. 9433 sono state introdotte novità rig...