Consulenza o Preventivo Gratuito

Lavoro accessorio: cumulabilità con indennità di disoccupazione NASPI

del 19/02/2016

Lavoro accessorio: cumulabilità con indennità di disoccupazione NASPI

Come chiarito con il messaggio n. 494 dell’INPS, le indennità di disoccupazione NASpI e le prestazioni integrative del salario sono interamente cumulabili con i compensi derivanti dallo svolgimento di lavoro occasionale di tipo accessorio nel limite complessivo di euro 3.000 per anno civile, rivalutabile annualmente sulla base della variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie degli operai e degli impiegati.

Per i compensi che superano il predetto limite di 3.000 euro per anno civile, deve essere applicata la disciplina ordinaria sulla compatibilità ed eventuale cumulabilità parziale della retribuzione con la prestazione di disoccupazione.

A detta ipotesi si riferisce la disposizione contenuta al punto 9.2, 5° capoverso della circolare INPS n. 142 del 2015 secondo la quale “Il beneficiario dell’indennità NASpI è tenuto a comunicare all’INPS entro un mese rispettivamente dall’inizio dell’attività di lavoro accessorio o, se questa era preesistente, dalla data di presentazione della domanda di NASpI, il compenso derivante dalla predetta attività.”

Ne consegue che nel caso di compensi da lavoro accessorio che rientrino nel limite dei 3.000 euro annui, il beneficiario dell’indennità NASpI non è tenuto a comunicare all’Inps in via preventiva il compenso derivante dalla predetta attività.

Viceversa, la suddetta comunicazione andrà resa, prima che il compenso determini il superamento del predetto limite dei 3.000 euro anche se derivante da più contratti di lavoro accessorio stipulati nel corso dell’anno, pena la decadenza dalla indennità NASpI.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Ok al licenziamento del cassiere che accetta metodi di pagamento non consentiti

del 27/12/2010

Per la sezione lavoro della Corte di Cassazione (sentenza n. 26108/2010) è legittimo il licenziament...

Retribuzioni risarcite se il licenziamento è orale

del 10/01/2011

Il lavoratore licenziato solo verbalmente può far valere la nullità del licenziamento che non interr...

Licenziamento: legittimo intimarlo se per causa diversa dal primo, giudicato illegittimo

del 25/01/2011

Lo Statuto dei lavoratori prevede per le aziende che impiegano più di 15 dipendenti "la tutela reale...