Consulenza o Preventivo Gratuito

Come funziona un piano pensionistico integrativo

del 15/02/2016

Come funziona un piano pensionistico integrativo

Le sempre maggiori incertezze derivanti dall'età di effettivo ritiro dal lavoro e dall'importo degli assegni pensionistici, spingono alcune persone a valutare la sottoscrizione di un piano pensionistico integrativo. Scopriamo come funziona una pensione integrativa e quali sono i parametri da valutare nella scelta.

Piano pensionistico integrativo: come integrare il reddito futuro

Un piano pensionistico integrativo è un prodotto assimilabile per tipologia alle polizze vita che si contraddistingue per la forma individuale di sottoscrizione. Si differenzia quindi in questo senso dai fondi pensione aperti o chiusi, che costituiscono le forme pensionistiche collettive, che non tratteremo in questa sede. Prima di sottoscrivere un piano pensionistico integrativo è consigliato considerare alcuni fattori. In primo luogo sarebbe bene calcolare a quanto ammonterà la propria pensione secondo la legge in vigore al momento. Anche se questo parametro non è assoluto a causa delle possibili riforme del settore pensionistico, esso permette di stabilire il divario presente tra il futuro assegno pensionistico ed il reddito percepito. Di solito maggiore è questo divario e maggiormente è consigliato un piano pensionistico integrativo, capace di colmare la differenza e di permettere quindi di continuare il medesimo stile di vita anche una volta ritirati dal lavoro. Stabilita questa differenza è bene individuare la cifra che è possibile investire in un piano pensione, tenendo in forte considerazione le proprie entrate e uscite fisse, soprattutto nel caso dei lavoratori saltuari. Una volta individuate le proprie necessità future e le possibilità di investimento per il piano pensionistico, è possibile passare alla valutazione dei piani offerti dalle diverse realtà bancarie e assicurative.

Qual è il migliore piano pensionistico integrativo?

Come per tutti i prodotti di tipo assicurativo, non esiste un piano pensionistico integrativo migliore in assoluto, ma esiste il piano migliore per le esigenze individuali. Il confronto tra diversi prodotti è di solito la chiave per trovare il migliore prodotto. Si tenga presente che solitamente le realtà che propongono piani pensionistici offrono ai propri clienti un simulatore per individuare il prodotto migliore per le proprie esigenze, che permette di conoscere gli importi da versare e a quanto ammonterà la futura pensione integrativa.

Prima di sottoscrivere un piano pensionistico integrativo, è bene prendere in considerazione tutte gli aspetti del piano stesso. Fondamentale per la valutazione è la presenza di caratteristiche utili come ad esempio la possibilità di richiedere un anticipo sulle quote versate, così come i rischi legati alle forme di investimento sulle quali è basato il piano. Fondamentale per la scelta è infine la tipologia di versamento della pensione, che può avvenire a rate periodiche o tramite versamento dell'intero capitale maturato. 

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pensioni: le novità del 2011

del 27/12/2010

Dal prossimo anno cambiano i requisiti e modalità di percezione degli assegni di previdenza. Nel det...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Innalzamento dell'eta pensionabile per le donne

Dott. Paolo Mussi del 11/07/2011

Scrivere di pensioni è sempre stato difficile, tanto più in concomitanza con manovre economiche più...