Consulenza o Preventivo Gratuito

La ex moglie ha sempre diritto ad una quota del Tfr?

del 10/12/2015

Contatta | Avv. Anna Maria Ghigna e Avv. Simone Campi
Corso Strada Nuova 128 Pavia 27100 Pavia (PV)

Al momento della liquidazione del Tfr, il marito divorziato deve corrispondere alla moglie una quota di quanto ricevuto dall’azienda. Stessa sorte anche per le anticipazioni chieste dal marito in costanza del rapporto di lavoro, a meno che quest’ultimo non dimostri di averle ricevute «prima dell’instaurazione del giudizio divorzile, ovvero durante la convivenza matrimoniale o nel corso della separazione». Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con l’ordinanza del 26 novembre 2015 n. 24184, con la quale è stato respinto il ricorso di un uomo che si era fatto una nuova famiglia e che adduceva anche il fatto che la ex moglie aveva ricevuto dei beni in eredità.

Niente da fare dunque per un ex marito che dovrà corrispondere alla prima la percentuale a lei spettante dell’indennità di fine rapporto. L’articolo 12 bis della legge 898/1970, infatti, al primo comma, prevede che: «Il coniuge nei cui confronti sia stata pronunciata sentenza di scioglimento o di cessazione degli effetti civili del matrimonio ha diritto, se non passato a nuove nozze e in quanto sia titolare di assegno ai sensi dell’articolo 5, ad una percentuale dell’indennità di fine rapporto percepita dall’altro coniuge all’atto della cessazione del rapporto di lavoro anche se l’indennità viene a maturare dopo la sentenza». Ed il secondo comma precisa che: «Tale percentuale è pari al quaranta per cento dell’indennità totale riferibile agli anni in cui il rapporto di lavoro è coinciso con il matrimonio».

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Diritto del padre al congedo

Rag. Maurizio Cason Villa del 22/02/2012

Con una sentenza dello scorso 9 febbraio 2012 viene riconosciuto al padre il diritto di usufruire d...

Assegno di divorzio ridotto o revocato in caso di nascita di un figlio dalla nuova unione

Avv. Fabio Benatti del 31/07/2015

La situazione affrontata dalla Cassazione in una recentissima sentenza, la n. 14521 del 10.07.2015,...