Consulenza o Preventivo Gratuito

Canone RAI: il pagamento sarà a rate?

del 26/11/2015

Canone RAI: il pagamento sarà a rate?

Canone Rai a rate: è questa l'ultima novità in ordine di tempo per quanto riguarda la super discussa Legge di Stabilità. Vediamo quali sono le modifiche approvate a la decisione definitiva del governo.

Canone Rai: in bolletta in 10 rate

La decisione sembrerebbe a questo punto definitiva: diversamente da quanto già annunciato con la presentazione delle Legge di Stabilità, il canone Rai non verrà pagato in un'unica rata ma in dieci rate mensili a partire dal 2016. Il pagamento dell'intero importo della tassa, che per il 2016 è stata abbassata a 100 euro, non avverrà quindi a gennaio/febbraio come sembrava deciso fino a pochi giorni fa. Infatti il parlamento ha ripreso in considerazione il pagamento rateale, bocciato invece in prima istanza. Chi si attende una suddivisione del pagamento mensile (con rate quindi inferiori ai 10 euro mensili) dovrà però rivedere le proprie aspettative almeno per il 2016 in quanto la rateazione sarà piuttosto insolita. Per motivi tecnici derivanti dalle compagnie di fornitura dell'energia elettrica infatti non sarà possibile applicare il pagamento a rate a partire dai primi mesi del 2016, in quanto mancano i tempi tecnici necessari per introdurre la voce del canone Rai tra quelle previste dalle bollette elettriche, così come manca il tempo per organizzare la gestione della riscossione della tassa più evasa dagli italiani.

Canone Rai: quanto, quando e chi paga?

Partiamo dalla suddivisione della rateazione emersa dall'ultima discussione parlamentare sugli emendamenti presentati da diverse parti politiche. È stata stabilita una prima rata da versarsi con la bolletta di luglio, mentre le alte tre saranno corrisposte ad agosto, settembre e ottobre. In realtà la decisione finale ha optato per una suddivisione del canone Rai in dieci rate da dieci euro, ma la prima rata corrisponderà in effetti ad una maxi rata da sette mensilità, per un importo di 70 euro, mentre le restanti tre rate saranno corrisposte mensilmente, come previsto dal piano.

Il dubbio sollevato da più parti è la mancata corrispondenza di queste scadenze alla periodicità di fatturazione dell'energia elettrica, bimestrale a parte casi eccezionali. Di fatto quindi le rate dovrebbero diventare bimestrale, con un addebito di 20 euro per ogni bimestre, una volta entrato a regime il sistema, ancora da sperimentare per il prossimo anno.

Ciò che invece non cambia è la platea di contribuenti tenuta al versamento del canone Rai. Esso è obbligatorio per tutti i possessori di apparecchi televisivi, ma solo per le prime case. Sono invece esclusi coloro che posseggono tablet, smartphone o pc, anche se utilizzabili per la visione di programmi televisivi.


vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Riaddebito di spese tra professionisti

del 16/09/2010

La Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro ha emesso un parere che precisa le modalità di trattam...

No all'Irap per il commercialista in Cda

del 20/09/2010

Il commercialista che ha prodotto reddito derivante dalla sua attività come membro di consigli di am...

Rettifica Iva legittima

del 22/09/2010

Quando l'accertamento bancario intervenuto sul contribuente è sufficientemente motivato, il che sign...