Consulenza o Preventivo Gratuito

Canone RAI in bolletta: le ultime novità

del 03/11/2015

Canone RAI in bolletta: le ultime novità

Lanciata prima come ipotesi e poi confermata dalla Legge di Stabilità 2016, quella del pagamento del canone RAI nella bolletta elettrica sembra essere una delle novità più sentite dai cittadini, statisticamente poco affezionati alla tassa sulla TV pubblica.

Canone RAI nella bolletta della luce: le disposizioni definitive

Dopo le ipotesi circolate nei giorni scorsi, ecco quali sono al momento le decisioni del Governo in merito al pagamento del canone. La tassa verrà pagata per intero, senza la possibilità di rateazione ipotizzata inizialmente, nella prima bolletta del 2016 successiva alla scadenza del canone, quindi a gennaio/febbraio.

Il canone RAI sarà incluso come voce della bolletta del distributore (quindi non necessariamente l'Enel), per tutti i possessori di un contratto di energia elettrica. Lo stato adotta quindi il principio che chi possiede un allacciamento alla rete elettrica possiede anche un apparecchio TV.

Il canone sarà dovuto per gli apparecchi TV ma non per gli altri dispositivi fissi o mobili come smartphone o PC. Diversamente da quanto si era ipotizzato inizialmente quindi, chi possiede un computer ma non la televisione sarà esentato dal pagamento della tassa. 

Canone RAI in bolletta: chi paga e chi è esentato?

Sono esentati dal pagamento di più canoni i possessori di più abitazioni, anche se dotate di diversi apparecchi TV. Il canone è quindi confermato come personale, e non legato agli effettivi strumenti di ricezione. Non è invece ancora chiaro cosa accadrà nel caso di utenze multiple e a tal proposito si attendono ancora delucidazioni in merito. L'importo del canone RAI, ridotto a cento euro come da anticipazioni, verrà incluso nelle bollette dell'energia elettrica come una voce separata, in modo da non creare confusione nell'utente in merito alla spesa per l'energia elettrica. Non è però chiaro se esso verrà incluso in automatico; in tal caso coloro che sono esenti dal pagamento dovranno richiederne il rimborso, soprattutto nel caso di autorizzazioni automatiche al pagamento con RID bancari.

Per le disposizioni definitive in materia sarà necessario però attendere ancora, in quanto il testo verrà diffuso solo dopo 45 giorni dall'approvazione della Legge di Stabilità. Al momento l'Antitrust ha dato parere favorevole accorpamento, sottolineando la necessità di separare in modo inequivocabile le voci in bolletta.

Non è invece ancora chiaro come saranno individuate eventuali morosità e mancati pagamenti arretrati, così come non è ancora stata definita la procedura per chiedere l'esenzione dal pagamento per gli aventi diritto.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Riaddebito di spese tra professionisti

del 16/09/2010

La Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro ha emesso un parere che precisa le modalità di trattam...

No all'Irap per il commercialista in Cda

del 20/09/2010

Il commercialista che ha prodotto reddito derivante dalla sua attività come membro di consigli di am...

Rettifica Iva legittima

del 22/09/2010

Quando l'accertamento bancario intervenuto sul contribuente è sufficientemente motivato, il che sign...