Consulenza o Preventivo Gratuito

Prestiti tra famigliari: attenzione

del 27/10/2015

Il prestito tra familiari è assai frequente e ha lo scopo di dare liquidità a chi si trova in obiettiva difficoltà, sono sempre stati atti fatti senza particolari formalismi, limitando gli stessi a così detti “impegni morali” tra le parti.

Gli scenari oggi sono notevolmente mutati in considerazione di tutte le procedure che l’amministrazione finanziaria mette in atto per individuare somme non dichiarate.Alla luce di ciò è importante che il beneficiario della somma possa documentarne l’origine, soprattutto se la stessa è destinata all’acquisto di un bene rilevante nell’elaborazione del redditometro da parte dell’Agenzia delle Entrate (ad esempio un’auto).

È fondamentale che le parti predispongano una scrittura privata, nella quale si specifica quanto avvenuto con particolare riguardo alla somma prestata e alle sue modalità di rimborso, la stessa è opportuno che non sia fruttifera di interessi. Alla citata scrittura è fondamentale dare data certa, ad esempio facendo apporre alla stessa il timbro di un ufficio postale, oppure procedendo alla registrazione della stessa presso l’Agenzia delle Entrate. È poi necessario che le somme prestate soddisfino il requisito della tracciabilità (bonifici o assegni bancari).

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
STUDI COMPETENTI IN MATERIA
SULLO STESSO ARGOMENTO
Diritto del padre al congedo

Rag. Maurizio Cason Villa del 22/02/2012

Con una sentenza dello scorso 9 febbraio 2012 viene riconosciuto al padre il diritto di usufruire d...

Aumentano i prestiti, scende il credit crunch

Fabio Ferrara, commercialista del 19/09/2014

Secondo quanto emerge dal bollettino mensile dell’ABI, in Italia, sembra si sia deciso a porre un...

Banche e uso del contante

Dott. Franco Alessio del 02/03/2015

L’uso del contante da alcuni anni è legato ad un’altalena normativa che sembra non riesca mai a...