Consulenza o Preventivo Gratuito

Bandi start up: tutte le novità

del 21/10/2015

Bandi start up: tutte le novità

Se avete deciso di aprire una nuova attività imprenditoriale o volete finanziare la vostra start up, ecco le ultime novità sui bandi disponibili ed i bandi già attivi ai quali è ancora possibile partecipare.

I bandi nazionali

Partiamo da un bando start up disponibile per tutto il territorio nazionale: il progetto Smart&Start dedicato alle start up innovative. Diversamente da quanto era previsto all'inizio del progetto, il piano è stato esteso a tutte le regioni italiane. Per accedere al bando è necessario che l'impresa sia iscritta alla sezione speciale del registro delle imprese e che non sia stata costituita da più di quattro anni alla data della domanda. Il bando è valido anche per le persone fisiche che vorrebbero avviare un'impresa. Il bando permette di accedere ad un finanziamento a tasso zero per un piano di rate di otto anni, con la possibilità di finanziare fino al 70% degli investimenti. La percentuale sale invece all'80% nel caso in cui l'azienda preveda la partecipazione di giovani, di donne o di dottori in ricerca rientrati dall'estero.

Un altro bando start up 2015 nazionale riguarda le agevolazioni per le imprese create da giovani o da donne. Il bando è valido sia per le nuove imprese sia per le imprese già esistenti, ed è esteso anche alle cooperative. I settori di attività sono molteplici e vanno dalla fornitura di beni e servizi per agricoltura, industri ed artigianato, fino al settore turistico e culturale. Ulteriori informazioni e dettagli sulla partecipazione sono presenti nella sezione dedicata sul sito Invitalia.

I bandi regionali start up 2015

La regione Lombardia ha indetto il bando start up innovative denominato "Start Up e Restart di impresa", destinato sia alle imprese già attive sia a quelle di nuova costituzione. Il bando prevede il riconoscimento fino a 5.000 euro per ogni impresa a fondo perduto, in alternativa ad un finanziamento pari anche al 100% dell'importo investito per l'attività. La partecipazione è soggetta alla presentazione di un business plan ed all'approvazione dello stesso.

Anche il Lazio prevede un bando per le start up innovative, destinato ad imprese di tutte le dimensioni, sotto forma di contributo a fondo perduto fino 30.000 per impresa. 

Le start up innovative possono richiedere inoltre i finanziamenti previsti dalla regione Sicilia con il bando destinato all'auto impiego e all'auto imprenditorialità, con un piano di accompagnamento per la formazione e per lo sviluppo dell'impresa.

Per quanto riguarda il prossimo anno rimaniamo invece in attesa di conoscere i bandi per start up 2016, non ancora disponibili. 

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Accordi strategici: il consorzio tra imprese

del 08/07/2010

Il consorzio può trarre origine da un accordo tra i consorziati (c.d. consorzio contrattuale) o att...

Gli accordi di Joint Venture

del 19/07/2010

Il termine "joint venture", mutuato dal diritto anglosassone, viene utilizzato allorquando si tratta...

1,2 miliardi alle PMI

del 13/09/2010

Le PMI italiane, vera trama del tessuto economico nazionale, hanno retto l’impatto con la crisi econ...