Consulenza o Preventivo Gratuito

Finanziamenti start up: come ottenerli?

del 25/09/2015

Finanziamenti start up: come ottenerli?

Aprire un'attività lavorativa autonoma è la soluzione che diverse persone stanno adottando per far fronte ala crisi occupazionale. Per questo motivo sono stati stanziati diversi finanziamenti destinati alle start up. Scopriamo a chi sono dedicati e come ottenerli.

I finanziamenti start up a fondo perduto

I finanziamenti per le start up a fondo perduto vengono stanziati periodicamente con regole che variano da bando a bando. Molto frequenti sono i fondi destinati alle start up definite innovative, ma non mancano contributi, anche regionali o provinciali, per le nuove attività imprenditoriali in genere. Ai finanziamenti a fondo perduto si affiancano solitamente anche agevolazioni di tipo fiscale, come ad esempio la riduzione percentuale delle imposte dovute. I finanziamenti a fondo perduto prevedono che la start up che riceve l'aiuto non possa chiudere o essere ceduta per un periodo di tempo prefissato (tipicamente due anni dal ricevimento del finanziamento), pena la decadenza del finanziamento stesso, per il quale potrebbe essere richiesta la restituzione totale o parziale.

I finanziamenti per start up femminili

Le agevolazioni dedicate alle start up femminili hanno l'obiettivo di ridurre la disoccupazione femminile, e parallelamente, quella di agevolare l'apertura di nuove attività imprenditoriali. Di solito questi finanziamenti non prevedono limiti di età per la richiesta, ma requisito necessario è che i proprietari dell'azienda siano in maggioranza di sesso femminile. Non ci sono limiti alla tipologia di attività che possono usufruire dei finanziamenti per start up femminili, anche se requisiti particolari (come ad esempio il numero di persone occupate) potrebbero essere richiesta da bandi specifici. Questo tipo di finanziamento è disponibile periodicamente in molte province e regioni, ai siti delle quali si rimanda per gli ultimi aggiornamenti in merito.

I finanziamenti per start up giovani

Se quella dell'occupazione giovanile continua ad essere la piaga lavorativa del nostro paese, i finanziamenti per le start up dei giovani vorrebbero essere un incentivo occupazionale destinato soprattutto a chi si affaccia per la prima volta al mondo del lavoro o a chi, pur lavorando da tempo, non riesce a trovare un'occupazione di tipo stabile. Il requisito principale per l'accesso alle start up giovani è l'età anagrafica del richiedente. A seconda dei bandi essa può avere un limite massimo di 29/30 anni, anche se alcuni finanziamenti possono essere richiesti anche da persone di età superiore (ma di norma inferiore ai 35 anni). Non ci sono invece limiti alla tipologia di attività imprenditoriale intrapresa, purché la proprietà sia detenuta per la maggioranza da persone che rispondono ai requisiti di età richiesti.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Accordi strategici: il consorzio tra imprese

del 08/07/2010

Il consorzio può trarre origine da un accordo tra i consorziati (c.d. consorzio contrattuale) o att...

Gli accordi di Joint Venture

del 19/07/2010

Il termine "joint venture", mutuato dal diritto anglosassone, viene utilizzato allorquando si tratta...

1,2 miliardi alle PMI

del 13/09/2010

Le PMI italiane, vera trama del tessuto economico nazionale, hanno retto l’impatto con la crisi econ...