Consulenza o Preventivo Gratuito

Scade il 10 il pagamento della colf

del 30/03/2015

Il 10 aprile scade l’ultimo giorno utile per adempiere al versamento contributivo del personale domestico, relativo al primo trimestre 2015. Si evidenzia che il prossimo appuntamento coincide con il mini aumento della variazione dell’indice del prezzo al consumo (FOI), pari allo 0,2% (per il periodo “gennaio 2013 – dicembre 2013” e “gennaio 2014 – dicembre 2014”, lievitando di conseguenza le retribuzioni convenzionali su cui viene calcolata la contribuzione.

La retribuzione da considerare ai fini del versamento dei contributi della colf è stabilita dalla legge (art. 5, D.P.R. 1043/1971), che prevede quattro determinate fasce di salario orario convenzionale, cui corrispondono altrettante fasce di retribuzioni effettive.

Per quest’anno, i valori contributivi sono stati così determinati: retribuzione oraria effettiva fino a € 7,88: importo contributo orario € 1,39 (€ 0,35 a carico del lavoratore) comprensivo quota CUAF; € 1,40 (€ 0,35 a carico del lavoratore) senza quota CUAF; retribuzione oraria effettiva oltre € 7,88 fino a € 9,59: importo contributo orario € 1,57 (€ 0,39 a carico del lavoratore) comprensivo quota CUAF; € 1,58 (€ 0,39 a carico del lavoratore) senza quota CUAF; retribuzione oraria effettiva oltre € 9,59: importo contributo orario € 1,91 (€ 0,48 a carico del lavoratore) comprensivo quota CUAF; € 1,93 (€ 0,48 a carico del lavoratore) senza quota CUAF; orario di lavoro superiore a 24 ore settimanali: importo contributo orario € 1,01 (€ 0,25 a carico del lavoratore) comprensivo quota CUAF; € 1,02 (€ 0,25 a carico del lavoratore) senza quota CUAF. Si evidenzia, inoltre, che qualora il rapporto di lavoro sia a termine, scatta un contributo aggiuntivo per cui l’importo del contributo orario sarà più alto.

L’addizionale, pari all’1,4% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali, non è dovuta se la colf o badante è assunta per sostituire lavoratori assenti. I contributi possono essere pagati scegliendo una delle seguenti modalità: “Reti Amiche” (tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”; sportelli bancari di Unicredit Spa; sito Internet del gruppo Unicredit Spa per i clienti titolari del servizio di Banca online; sportelli di Poste Italiane, con le modalità previste per il circuito Reti Amiche); online sul sito Internet dell’INPS (www.inps.it), utilizzando la carta di credito; “bollettino MAV” (pagamento mediante avviso); contattando il Contact Center al numero verde gratuito dell’INPS 803.164 (da telefonia fissa), utilizzando la carta di credito.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Somministrazione e rilancio dell’occupazione

del 08/07/2010

Con la Legge 23 dicembre 2009, n. 191 (Finanziaria 2010) il legislatore apportando importanti mod...

Il dirigente a progetto

del 13/07/2010

Sono sempre più numerose le aziende italiane che scelgono di avere un dirigente per il tempo necessa...

In Italia migliaia di lavoratori sono in nero

del 09/09/2010

Secondo l’Ufficio Studi della Confartigianato sono poco meno di 650.000 i lavoratori irregolari in...