Consulenza o Preventivo Gratuito

Isee automatico

del 24/09/2014

Dal 2015 il modello Isee automatico potrebbe diventare realtà. Dopo numerosi rinvii e sollecitazioni da parte dei Comuni, alle prese con la revisione delle soglie Isee, sembra essere arrivato il momento del passaggio alla modalità semplificata.

Dal prossimo anno, infatti, la compilazione del modello che certifica la situazione economica equivalente del nucleo famigliare non sarà più a carico dei cittadini. Sarà compito degli enti fornire loro la maggior parte dei dati necessari per l'emissione dell'Isee. Ma l'iter per l'introduzione della nuova modalità si sta dimostrando più complesso del previsto. E, malgrado la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale, ad oggi il modello Isee non è stato ancora realmente riformato. Tuttavia entro il prossimo mese gli ultimi passaggi burocratici dovrebbero essere portati a termine, così da consentire l'entrata in vigore a partire dal nuovo anno.

Indubbi i vantaggi per i cittadini, sia in termini di costi che di incombenze. La presentazione del modello Isee si rende infatti necessaria in molte occasioni, ad esempio per la richiesta di benefici da parte dei Comuni o per la determinazione dei costi di alcune prestazioni scolastiche come la mensa. Ogni volta gli interessati sono chiamati a rivolgersi a un centro di assistenza fiscale o direttamente all'Inps. Qui i dati relativi al reddito e al patrimonio immobiliare e mobiliare vengono forniti in autodichiarazione dal cittadino. L'ente poi li elabora, tenendo conto anche del tipo e del numero dei componenti del nucleo famigliare e arrivando così a fornire il modello con il valore in euro da considerare. Modello che va quindi consegnato a chi di dovere.

Con la nuova norma il processo sarà ribaltato. Sì, perché il cittadino sarà tenuto a presentarsi al centro di assistenza fiscale solo per fornire alcuni dati. Il Caf trasmetterà poi questi dati all'Inps, che provvederà alla verifica e all'integrazione degli stessi. A questo punto il Caf potrà elaborare il certificato per la consegna al richiedente. Con tale procedimento, il cittadino sarà comunque costretto a recarsi presso il Caf almeno due volte, con una conseguente dilatazione dei tempi per l'ottenimento dell'Isee. Tuttavia, dopo l'entrata in vigore della riforma, potrebbe essere il Caf stesso a trasmettere i dati all'ente interessato, così da liberare il contribuente anche dall'obbligo di ritiro e presentazione del modello.

In attesa di poter sperimentare la semplificazione del modello Isee automatico, chiunque debba produrre tale certificazione dovrà ancora attenersi alle modalità utilizzate in passato.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Riaddebito di spese tra professionisti

del 16/09/2010

La Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro ha emesso un parere che precisa le modalità di trattam...

No all'Irap per il commercialista in Cda

del 20/09/2010

Il commercialista che ha prodotto reddito derivante dalla sua attività come membro di consigli di am...

Rettifica Iva legittima

del 22/09/2010

Quando l'accertamento bancario intervenuto sul contribuente è sufficientemente motivato, il che sign...