Consulenza o Preventivo Gratuito

Bollo per motorini e micro car

del 05/05/2014

Notizia bomba per il mondo dei motocicli di piccola cilindrata. Si tratta dell’abolizione del contributo regionale (“bollo”)per motorini e micro car (fino a 50 cc di cilindrata). Attenzione però: per il momento, la misura riguarda solo gli abitanti della regione Lombardia, anche se in molti sperano che l'iniziativa possa essere imitata a breve sull’intero territorio nazionale.

La giunta del Pirellone ha deciso che, a partire dall'anno in corso, non sarà più necessario versare il contributo regionale suddetto per i motorini e le micro car(per intenderci, le auto guidabili senza il possesso di patente b ma con il solo “patentino” per i ciclomotori). 

Per i molti cittadini che hanno già provveduto al pagamento della tassa, sono allo studio misure per ilrimborso. Secondo le prime indiscrezioni emerse, è probabile l'erogazione di un bonus, che potrebbe anche essere riconosciuto sotto forma dibuono carburante.

In realtà la norma, per essere definitiva dovrà attendere il provvedimento di legge che sarà varato con l'assestamento regionale di bilancio previsto per il prossimo giugno.

I numeri dell’operazione

È stato stimato che la misura comporterà per la regione Lombardia mancati introiti per circa otto milioni di euro. Questo secondo quanto affermato dai rappresentanti politici della stessa regione anche se, al momento, si può ipotizzare che l'esborso per le casse regionali sia superiore rispetto a quanto annunciato. Basta incrociare i costi medi della tassa con il numero dei proprietari lombardi.

L'ammontare della tassa si attesta attualmente sui 22 euro per i ciclomotori, mentre è pari a più del doppio,50 euro,per le micro car.

È stato stimato che l'operazione sul bollo per i motorini e le micro car dovrebbe interessare circa 350 mila persone.

L'abolizione del bollo per motorini e micro car non è l'unica misura in questa direzione nella regione: è infatti già attiva l'abolizione della tassa sulle automobili per i cittadini che sostituiscono i veicoli più inquinanti con mezzi maggiormente ecologici.

Riassumendo

Dal momento che l'abolizione della tassa in corso d'anno potrebbe causare non poca confusione tra i cittadini in dubbio se mettersi in regola o meno con il pagamento, nell'attesa di indicazioni più specifiche, vediamo di sintetizzare le varie situazioni possibili.

1) Cosa deve fare chi ha già effettuato il pagamento?

I cittadini che hanno già provveduto al pagamento dovranno attendere il mese di giugno per conoscere le modalità di rimborso della tassa già versata alle casse delle Regione.

2) E chi non ha ancora effettuato il pagamento?

Chi invece è tenuto al pagamento ma non ha ancora provveduto al versamento dovrà per il momento mettersi in regola con quanto previsto secondo le scadenze in vigore. Fino all'emissione della legge specifica infatti il bollo non è formalmente eliminato.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Riaddebito di spese tra professionisti

del 16/09/2010

La Fondazione Studi dei Consulenti del lavoro ha emesso un parere che precisa le modalità di trattam...

No all'Irap per il commercialista in Cda

del 20/09/2010

Il commercialista che ha prodotto reddito derivante dalla sua attività come membro di consigli di am...

Rettifica Iva legittima

del 22/09/2010

Quando l'accertamento bancario intervenuto sul contribuente è sufficientemente motivato, il che sign...