Consulenza o Preventivo Gratuito

Costruire ecosostenibile

del 30/04/2014

Contatta | Architetto Egle Mancini
via Stefano Zardo 25 Crespano del Grappa 31017 Crespano del Grappa (TV)
Costruire ecosostenibile

Da anni oramai si è posta particolare attenzione al rispetto dell’ambiente e della natura. Si è reso necessario infatti proteggere e addirittura migliorare il territorio che ci circonda, deturpato da continui sfruttamenti e dall’ inquinamento. Un’abitazione ecologica si inserisce nell’habitat circostante, si adatta ad esso, senza sviluppare emissioni nocive quali la CO2, gas di scarto dei più comuni impianti energetici. La casa sostenibile è quella che utilizza tecnologie moderne ma che rispettino l’ambiente e l’ecosistema: materiali da costruzione naturali e sistemi energetici evoluti che sfruttino energia “pulita” e rinnovabile. Un edificio eco-sostenibile è anche un edificio a basso consumo energetico. L’unione delle conoscenze dell’ecologia, della tecnologia e della bioedilizia genera ambienti più salubri, sicuri e confortevoli, con notevole riduzione dei costi di gestione dei vari impianti. Con un’attenta progettazione e i giusti accorgimenti è possibile ottenere la temperatura interna ideale in ogni stagione, senza dispersioni termiche. Il risparmio energetico si ottiene unendo ai materiali costruttivi gli impianti innovativi di ultima generazione per il riscaldamento che impiegano le energie pulite e rinnovabili. Energie rinnovabili sono quelle che non sfruttano le fonti fossili e quindi sono largamente riproducibili, come ad esempio: solare termico: impianto che trasforma l’energia irradiata dal sole in energia termica per il riscaldamento di acqua sanitaria o per integrare un sistema di riscaldamento esistente; fotovoltaico: impianto che trasforma l’energia solare in energia elettrica; energia idroelettrica: impianto che sfrutta l’energia prodotta dalla caduta di acqua e la trasforma in energia elettrica; energia eolica: impianto che produce energia elettrica dal vento; geotermia: impianto che convoglia il calore naturale della terra in apposite turbine che generano energia elettrica; attualmente la geotermia rappresenta meno dell’1% della produzione mondiale di energia soprattutto perché limitata a determinati contesti (il calore deriva infatti ad esempio da fenomeni vulcanici o tettonici oppure dal decadimento nucleare di sostanze radioattive come uranio e potassio); agroenergie: energia prodotta a partire dall’agricoltura. Da essa derivano come prodotti finali: energia elettrica, calore e biocarburanti per il trasporto; a questi si affiancano i biocombustibili liquidi: tutti derivano da biomasse e non da origini fossili. Le biomasse sono prodotti di scarto dell’industria agroalimentare e del legno (per l’Unione Europea si considera combustibile rinnovabile tutto lo scarto organico) oppure vengono ricavate da coltivazioni stagionali apposite. Il limite di questa risorsa consiste nel basso potere calorifico e nella non costante disponibilità nell’arco dell’anno. Ma le sole energie rinnovabili risultano insufficienti nell’ottica di una progettazione consapevole al rispetto dell’ambiente e dell’uomo. Importante risulta quindi la realizzazione di idonei involucri che permettano di ottenere un ambiente salubre ma che infonda benessere su chi ne usufruisce, soprattutto se la permanenza è lunga, a prescindere dalle condizioni climatiche esterne. I soli materiali non bastano, per avere risultati ottimali bisogna rispettare alcuni accorgimenti morfologici e distributivi interni dell’edificio.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
No all’abilitazione per interventi edilizi ‘invisibili’

del 21/09/2010

Se si ha intenzione di ristrutturare un locale per cambiarne la destinazione d’uso funzionale, senza...

Un edificio con 10 appartamenti non può essere progettato da un geometra

del 02/12/2010

Per il progetto di un complesso residenziale, costituito da due fabbricati per 10 appartamenti e 10...

Architettura e interdiciplinarità, le diverse opinioni

Arch. Ing. Andrea Butti del 16/05/2012

Tra colleghi o tra persone di ambiti del tutto diversi, quando si parla di architettura spesso ricor...