Consulenza o Preventivo Gratuito

Filiali bancarie, riduzione in vista

del 30/04/2014

In sei anniil numero delle filiali bancarie è diminuito di 800 unitàpassando dai32.800 del 2007 ai 31.900 del 2013.Questa tendenza è legata all'avvento dell'home bankinge alla riduzione dei costi necessaria in seguito alla contrazione finanziaria internazionale. Stando inoltre ai dati comunicati dai tre più grandi gruppi bancari italiani,Monte de Paschi di Siena, Unicredit ed Intesa Sanpaolo, nei prossimi anni latendenza alla riduzione del numero delle filiali è destinata a conservarsicon un taglio che riguarderà altri1500 uffici.Con la riduzione del numero degli sportelli arriveranno anche idisagi per i cittadini, soprattutto per quelli più anziani e meno propensi all'uso dei bancomat e dei servizi online. Nell'ottica delle banche, invece, questa politica è frutto della volontà di incentivare i servizi di consulenza a discapito delle operazioni allo sportello.

La riduzione delle filiali non riguarda però solo i grani gruppi bancari ma, secondo quanto comunicato dallaBanca d'Italia, anche lebanche di credito cooperativo e le banche popolariche però stanno cercando di mantenere un numero congruo di filiali riducendo gli spazi e il personale impiegato. Questo tipo di banche è diffusa soprattutto nelle zone lontane dalle grandi città e nei piccoli centri e ha una clientela prettamente anziana. Per queste ragionistanno cercando di mantenere un numero congruo di filialinonostante le nuove esigenze. Per quanto riguarda i tagli nelle grandi banche, essi riguarderebbero soprattutto le grandi aree urbane dove non è raro trovare più filiali dello stesso gruppo anche molto vicine l'una a l'altra grazie anche alle acquisizioni che ci sono state nel tempo.

Monte dei Paschiprevede di ridurre il numero dei suoi sportelli del10%passando dagli attuali2300 a 2100.Unicreditprevede dei tagli un po' più contenuti passando dai suoi4100 sportelli a 3600nei prossimi quattro anni. IlGruppo Intesa Sanpaoloha in previsione, invece, un taglio un po' più consistente. Entro il 2017 intende passare dai4100 uffici a 3300.Un taglio significativo che è iniziato nel 2007 quando aveva ben 6.100 filiali. Per venire incontro ai propri clienti e ridurre i disagi legati al taglio del numero degli sportelli, molti grandi gruppi come Intesa Sanpaolo, hanno attivato unaserie di servizi aggiuntivicome per esempio l'apertura prolungata dei suoi uffici, unprolungamento non solo nell'orarioma anchedei giorni di apertura settimanale, con orari d'ufficio che spesso comprendono anche il sabato mattina.


vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La banca è responsabile se non informa sui rischi dell'investimento

Avv. Silvia Savigni del 10/05/2012

Una recente sentenza della Corte di Cassazione (sentenza n. 6142 del 19/04/2012) conferma la respons...

Nasce il conto corrente di base

Dott. Claudio Griziotti del 30/04/2012

Il conto corrente previsto dal decreto “Salva Italia” è stato presentato il 24 aprile scorso dopo la...

Anatocismo: stop alla norma "salva banche"

Avv. Fabio Benatti del 10/04/2012

La Corte Costituzionale con sentenza n. 78 del 5 aprile 2012 ha dichiarato l’illegittimità costituzi...