CERCA UN PROFESSIONISTA
CERCA NELL'ENCICLOPEDIA
 

Anatocismo: stop alla norma "salva banche"

Anatocismo: stop alla norma
La Corte Costituzionale con sentenza n. 78 del 5 aprile 2012 ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della norma cosiddetta “salva banche” (articolo 2 comma 61 decreto legge n. 225/2010 cosiddetto decreto ”mille proroghe”, convertito dalla legge n.10/2011) con cui si forniva un’interpretazione autentica, assai favorevole alle banche, dell’articolo 2935 codice civile in materia di prescrizione, facendo decorrere la stessa prescrizione decennale non dalla chiusura del conto corrente ma dall’annotazione dei singoli versamenti effettuati dal cliente a copertura degli interessi passivi addebitati.
Con tale disposizione, che cancellava gli effetti della sentenza della Cassazione Sezioni Unite n. 24418/2010, per la quale il termine di prescrizione decennale per richiedere alla banca gli interessi anatocistici decorre dall’estinzione del conto ed interessa tutte le operazioni effettuate dall’apertura alla chiusura dello stesso conto corrente, il precedente Governo aveva deciso di colpire di fatto i correntisti che avevano in corso delle cause in materia di anatocismo nonché di tagliare fuori tutti coloro che intendevano promuovere un giudizio al fine di tutelare i propri diritti e così recuperare somme illegittimamente addebitate dagli istituti di credito.
La Consulta, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità dell’articolo 2 comma 61 del decreto legge n. 225/2010, ha stabilito che “la norma censurata, con la sua efficacia retroattiva, lede in primo luogo il canone generale della ragionevolezza delle norme (articolo 3 Costituzione). Invero, essa è intervenuta sull’articolo 2935 codice civile in assenza di una situazione di oggettiva incertezza del dato normativo, perché, in materia di decorrenza del termine di prescrizione relativo alle operazioni bancarie regolate in conto corrente, a parte un indirizzo del tutto minoritario della giurisprudenza di merito, si era ormai formato un orientamento maggioritario in detta giurisprudenza, che aveva trovato riscontro in sede di legittimità ed aveva condotto ad individuare nella chiusura del rapporto contrattuale o nel pagamento solutorio il dies a quo per il decorso del suddetto termine”.
Secondo la Corte, dunque, l’efficacia retroattiva della deroga rendeva asimmetrico il rapporto di conto corrente in quanto, retrodatando il decorso del termine di prescrizione, finiva per ridurre senza ragionevolezza l’arco temporale disponibile per l’esercizio dei diritti nascenti dal rapporto stesso, pregiudicando quei correntisti che avevano già avviato delle cause.
A seguito di tale importante pronuncia, si riapre, pertanto, una nuova fase nel contenzioso tra banche e clienti in materia di anatocismo ossia di interessi sugli interessi illegittimamente addebitati sui conti correnti, consentendo, peraltro, anche a coloro che hanno o hanno avuto un rapporto di conto corrente (purchè non chiuso da più di 10 anni) che ha registrato scoperti e al quale sono stati illegittimamente addebitati interessi, di poter richiedere la restituzione di tali importi percepiti dagli istituti di credito.

Avv. Fabio Benatti

Registrati e Fai una domanda




Uomo
Donna
(non verrà pubblicato)

(scegli dall'elenco)



* Con l'inserimento dei tuoi dati dichiari di aver letto ed accettato le condizioni d'uso del sito ed il trattamento dei dati da parte di Professionisti s.r.l.
se vuoi accettare i consensi separatamente

Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di Professionisti s.r.l.
come specificato all' art 3b
Desidero ricevere comunicazioni promozionali e newsletter da parte di società terze anche relative ad indagini di mercato su prodotti e servizi operanti nel settore editoriale, largo consumo e distribuzione, finanziario, assicurativo, automobilistico, dei servizi e ad organizzazioni umanitarie e benefiche come specificato all' art 3c

STUDI COMPETENTI

Avvocati

Studio Legale Viti

via Nicola Bavaro, 75
70123 Bari (BA)
Tel. www.studioviti.it

pierfrancescoviti@studioviti.it - www.studioviti.it

IN EVIDENZA
Contratti commerciali, Violazioni del codice della strada, Consulenze civilistiche, Consulenze amministrative, Energie rinnovabili, Difesa del contribuente, Fallimento, Illeciti amministrativi, Recupero crediti, Processo civile
Avvocati

Studio Legale Avvocato Monica Mores

Via Enrico Fermi, 27
24035 Curno (BG)
Tel. 0354517460 - Fax. 0354371340

monica_mores@hotmail.com

IN EVIDENZA
Divorzio, Figli, Separazione dei coniugi, Famiglia di fatto, Reati contro la famiglia, Violazioni del codice della strada, Armi ed esplosivi, Compravendita immobiliare, Condominio, Locazione commerciale
Consulenti di formazione

Gruppo VOLA S.R.L.

Via C. Colombo, 94
36061 Bassano del Grappa (VICENZA) - Treviso (TV)
Tel. 0424382418 - Fax. 0424392399

consulenza@team-forma.it - www.gruppovola.it.

IN EVIDENZA
Formazione e consulenza, Marketing e Organizzazione, Ricerca e selezione personale, Consulenza di direzione, Coaching






CALCOLO MINI IMU
Inserisci la tua rendita
catastale e procedi al
Calcolo Mini IMU →

LEGGI ANCHE

IN PRIMO PIANO

Bond Grecia, condannata una banca

Recentemente, con riferimento ai bond Grecia, il Tribunale di Prato con sentenza n.700 del 13.06.2015 ha riconosciuto nei confronti della banca il diritto del risparmiatore ad ottenere la restituzione delle somme investite in tali titoli, oltre interessi. Secondo...



IN PRIMO PIANO

Mutuo a tasso variabile e opzione floor

Nella prassi, il contratto di mutuo a tasso variabile sovente si accompagna ad una clausola che prevede la fissazione di un tasso fisso minimo a favore della Banca. Da un punto di vista finanziario, la pattuizione di un tasso minimo in un prodotto a...



IN PRIMO PIANO

Si innalzerà il limite all'uso del contante?

Era una delle misure più famose del Governo Monti: pagamenti in contanti fino a mille euro. Con alcune eccezioni, tuttavia: ve ne avevamo parlato lo scorso mese in riferimento agli stranieri non europei. Ma le modifiche sono all’orizzonte anche per...



IN PRIMO PIANO

Vantaggi della nuova carta Arancio PAY

I correntisti di Conto Arancio, come vi avevamo anticipato qui, stanno ricevendo la comunicazione da parte di ING Direct di sostituzione della vecchia tessera bancomat/V PAY con una nuova carta debito Arancio Pay. Ciò significa semplicemente che Conto...



IN PRIMO PIANO

Crisi: il Credito Privilegiato degli Artigiani

Succede molto spesso che un cliente dell'impresa artigiana fallisca o acceda al concordato preventivo. In questi casi si pone il problema di verificare se l'artigiano possa godere del privilegio generale sui beni mobili del debitore, ai sensi dell'art....



[x] chiudi

IN PRIMO PIANO

Abi e Pmi per la ripresa 2015

Il 31.3.2015 tra l'Associazione delle Banche Italiane (ABI) e le Associazioni delle Imprese hanno sottoscritto l'Accordo per il credito 2015, che sarà in vigore fino al 31.12.2017, per sostenere le imprese italiane in difficoltà ed aiutarle nella ripresa. Oggetto...




FEED
SHARE
Scrivici  per informazioni sul servizio