Consulenza o Preventivo Gratuito

Cassazione è reato leggere la corrispondenza dell'ex coniuge

del 02/04/2014

Contatta | Studio Legale Pecchi
v.le Leonardo da Vinci 114 Roma 00145 Roma (RM)

Leggere la corrispondenza dell'ex coniuge è una condotta perseguibile penalmente. Ce lo ricorda una sentenza della Corte di Cassazione la n. 585/2014 con cui gli Ermellini  da un lato hanno preso atto dell'intervenuta prescrizione del reato di sottrazione di corrispondenza, ma dall'altro hanno respinto il ricorso di una ex moglie in relazione agli effetti civili (risarcimento danni). 

La donna era stata condannata per aver preso visione della corrispondenza bancaria dell'ex coniuge utilizzandola, poi, nella causa di separazione.

Vale la pena ricordare peraltro che in precedenza la Corte di Cassazione (sentenza numero 35383 del 29 marzo 2011 aveva chiarito che  "La produzione processuale di documenti ottenuti illecitamente, tramite la lesione di un diritto fondamentale, può essere scriminata per giusta causa, ai sensi dell'art. 616, comma 2, c.p., soltanto quando costituisca l'unico mezzo a disposizione per contestare le pretese della controparte e l'imputato riesca a dar prova della circostanza".

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
La quantificazione del tasso alcolico

del 19/07/2010

Tribunale di Monza 17-07-2008 Giudice Monocratico Barbara - ART. 186 C.D.S. Poiché oggi la quantific...

Guida in stato di ebbrezza: co-proprietà

del 27/07/2010

Sequestro dell’auto per guida in stato di ebbrezza anche se vi sono due proprietari. Questa la dec...

Differimento della pena per il malato

del 13/09/2010

"Il giudice investito della delibazione della domanda per l'applicazione dell'art. 147 c.p. deve ten...