Consulenza o Preventivo Gratuito

Good food in good fashion

del 19/02/2014

Good food in good fashion

Quando si parla di Cultura con la “C” maiuscola, generalmente, la mente vola a parole come Teatro, Letteratura, Musica o Cinema d’autore, ambiti nei quali gli italiani primeggiano dalla notte dei tempi.

Eppure, in questa categoria rientra a pieno titolo una cenerentola dei salotti dell’alta cultura: la gastronomia e il settore culianario italiano, veri e propri “ambasciatori” del nostro spirito nazionale in giro per il mondo. La “Cultura del mangiare”, al contrario, non ha nulla da invidiare ad altre espressioni artistiche e intellettuali: in essa sono presenti al contempo storia, tradizioni, conoscenze tecniche, innovazioni, eccellenze...Sapori e saperi che costituiscono un patrimonio culturale ineguagliabile e una risorsa economica ineludibile.

Anche per quest’anno, la Fashion Week milanese ospita al suo interno un’iniziativa ispirata dalla volontà di coniugare Moda e Arte culinaria: il suo slogan è ‘La settimana della moda è tutta da gustare’. L’iniziativa si incastona all’interno di Milano Moda Donna ed è patrocinata dalla società Expo 2015 e dalla Regione Lombardia

L’appuntamento di quest’anno è fissato dal 19 al 24 Febbraio (ogni giorno dalle 19:00 alle 21:00) – in concomitanza con la Fashion Week e la Design Week.

In questo periodo, degustazioni, assaggi doc, aperitivi, incontri e riflessioni sul tema Food and Fashion saranno ospitati all’interno di Hotel di lusso del capoluogo lombardo: fra gli altri, Bulgari Hotel Milano, Hotel Château Monfort, Four Seasons Hotel Milano, Armani Hotel Milano, Hotel Boscolo Milano, Hotel Principe di Savoia, The Westin Palace Milan, Hotel Magna Pars Suites Milano.

Protagonisti delle prelibatezze, gli Executive Chef dei diversi Hotel, fiore all’occhiello di ogni 5 stelle che si rispetti.

Gianni Fava, Assessore all’Agricoltura Regione Lombardia, ha dichiarato: “Milano non è soltanto Design e Fashion, ma anche la capitale dell’Agricoltura e del Food che esporta nel mondo il Made in Italy” e prosegue: “La Lombardia è la prima regione agricola e agroalimentare d’Italia e fra le prime tre in Europa per quantità e qualità delle produzioni. Il fatturato dell’agroalimentare lombardo ha superato i 12,2 miliardi di euro, con un export che sfiora i 5 miliardi

A questo proposito, la Casa Vinicola Ca’ del Bosco rappresenterà le eccellenze agro alimentari del territorio lombardo: gli aperitivi saranno composti anche dal Satèn 2009 Vintage Collection Ca’del Bosco e gli “appetizer” saranno tutti preparati con ingredienti provenienti da coltivazioni locali.

Giovanni Gastel, grande fotografo di Moda, ha dedicato un suo scatto all’iniziativa: nell’immagine spicca una suadente silhouette femminile con una folta chioma composta di pasta...centinaia di ciocche di fusilli!

Quale occasione migliore per sviluppare il discorso, mai esaustivo, intorno all’agroalimentare  italiano, uno dei settori più importanti della nostra economia e, senz’altro, uno dei protagonisti del tanto atteso EXPO 2015?

Per chi si trova in zona, allora, è d’obbligo partecipare: si tratta proprio di una “ghiotta occasione”! 


vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Il recesso del socio

Rag. Lisa Di Sacco del 18/01/2012

Il diritto di recesso consiste nel diritto del socio di sciogliere il rapporto contrattuale che lo l...

Il Lean Thinking

Rag. Francesca Seniga del 31/01/2012

Nasce il Lean Thinking, un nuovo modo di pensare, che si sostanzia in una riorganizzazione dell’impr...

Appropriazione indebita e infedeltà patrimoniale

Avv. Barbara Sartirana del 13/02/2012

La sentenza della Cassazione Penale n. 4244 depositata in Cancelleria il 1° Febbraio 2012, con rif...