Consulenza o Preventivo Gratuito

RC Auto, calano i prezzi, aumentano le sanzioni

del 10/02/2014

RC Auto, calano i prezzi, aumentano le sanzioni

Gli italiani respirano finalmente un po’ di ottimismo. In special modo quando la politica interviene su uno dei punti nevralgici dei loro bilanci familiari: le assicurazioni auto.

Il disegno di Legge creato ad hoc per moderare i prezzi delle polizze RC Auto ha avuto il via libera da parte del Consiglio dei Ministri.

Palazzo Chigi ha subito diffuso un comunicato attraverso il quale spiega a chiare lettere: «Il totale delle riduzioni previste dal governo è pari al 23%”. Per fare un esempio concreto, si legge ancora nel documento: “Chi pagava un premio Rc Auto di 1.000 euro all'anno, avrà dunque una decurtazione a 770 euro».

Proseguendo nella lettura: “Il provvedimento è teso a ridurrei costi dell'assicurazione auto consentendo l'apposizione di alcune clausole contrattuali che mirano a vanificare le richieste fraudolente di risarcimento e ad assicurare riduzioni del premio assicurativo. Questo meccanismo abbasserebbe il prezzo finale per il consumatore, rispetto all'anno passato». 
Tutti gli sconti in dettaglio

In generale, il Disegno di Legge è da accogliere con favore da parte degli italiani. In esso sono contenuti una serie di provvedimenti – quali, ad esempio, sconti per gli automobilisti ma anche sanzioni nei confronti delle Assicurazioni che violino le nuove regole – a garanzia di tutti i cittadini.

Ci sarà uno sconto pari al 7% rispetto alla media dei prezzi su base regionale, per le assicurazioni che offrono la scatola nera da installare all’interno dell’autovettura assicurata. La scatola nera funge esattamente da “registratore” di tutto ciò che accade quando si usa la vettura, come succede sugli aeroplani. Attenzione: non è un controllo sugli automobilisti ma un modo per garantirsi maggior sicurezza.

Ancora. Nel caso in cui l’Assicurazione ometta di comunicare - anche attraverso le campagne pubblicitarie! – qualsiasi tipo di informazione essenziale per i clienti, le sanzioni applicate andranno dai 5.000 ai 40.000 euro a seconda della gravità dell’omissione.

Previsto uno sconto pari al 5% o del 10% nel caso in cui, dopo aver subito un sinistro, l’assicurato si rivolga presso una delle migliaia di carrozzerie convenzionate, che già da alcuni anni operano di concerto con i gruppi assicurativi.

Ancora scontidel 4% se un’Assicurazione ammette il divieto di cessione al risarcimento. E sanzioni variabili dai 5.000 ai 40.000 euro per queste ultime se omettano (ancora, anche attraverso le loro campagne pubblicitarie) di indicare chiaramente l’adozione del divieto di cessione al risarcimento.

Uno sconto pari al 7% viene invece applicato sulle prestazioni medico sanitarie che specialisti convenzionati prestano alle imprese assicurative. In pratica: se, dopo un sinistro in cui si subisce anche un danno fisico, ci si rivolge a uno dei tanti medici convenzionati con le Assicurazioni, il risparmio sale. Anche in questo caso: l’omessa comunicazione viene sanzionata dai 5.000 ai 40.000 euro.

Ogni considerazione su questo decreto legge non può che essere positiva: il provvedimento unisce in un sol colpo ribasso dei prezzi per gli utenti italiani e costituisce una vera e propria operazione trasparenza nel mondo, spesso sregolato, nelle assicurazioni auto.

Per una volta, forse, la politica pensa anche alla nostra quotidianità.


vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Le novità in tema di sicurezza dei prodotti

del 08/07/2010

La direttiva 2001/95/CE, anche nota come “General Product Safety Directive” o “GPSD”, è stata recepi...

Assicurazioni: i rimedi al calo di redditività

del 08/07/2010

In Italia, così come nel resto dei paesi europei, le grandi compagnie assicurative stanno affron...

Polizze sui mutui: è tutto da rifare

del 04/11/2010

C'era una volta l'art. 52 del Regolamento Isvap n. 35 che, modificando l'art. 48 (Conflitti di inter...