Consulenza o Preventivo Gratuito

Poker texano, gioco di abilità

del 23/10/2013

Non è gioco d’azzardo, penalmente rilevante, ma gioco di abilità quello le cui caratteristiche e le concrete modalità di svolgimento rendono sostanzialmente irrilevante il vantaggio, ancorché economicamente apprezzabile, conseguente ad una eventuale vincita.

È questo il principio di diritto stabilito nella sentenza 29.07.2013 n° 32835 della III sezione penale della Corte di Cassazione.

La Suprema Corte precisa che l'art. 721 c.p. definisce giochi d'azzardo quelli nei quali ricorre il fine di lucro, e la vincita o la perdita è interamente o quasi interamente aleatoria.

In tal senso, il poker tradizionale è pacificamente riconducibile nel novero dei giochi d'azzardo, in quanto rispetto all'abilità del giocatore risulta comunque preponderante l'alea, mentre la durata delle partite e l'entità delle poste risulta indefinita.

La variante «Texas Hold'em», o poker texano, del gioco presenta, in astratto, le medesime caratteristiche del poker tradizionale, ma la natura di gioco d'azzardo può venire meno in considerazione delle caratteristiche del gioco e delle concrete modalità di espletamento. L’organizzazione di tornei di poker nella variante del «Texas Hold’ Em» con posta in gioco costituita esclusivamente dalla sola quota d’iscrizione, l’assegnazione di un numero uguale di gettoni, di valore solo nominale, per ciascun giocatore, senza possibilità di rientrare in gioco acquistando altri gettoni con preventiva individuazione del premio finale non costituisce esercizio di gioco d’azzardo quando, considerate le concrete modalità di svolgimento del gioco, risulti preponderante l’abilità del giocatore sull’alea ed irrilevante il fine di lucro rispetto a quello prettamente ludico.

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Partita regolare ma tifosi condannati

del 15/09/2010

Se un tifoso viene imputato per turbamento dell'ordine pubblico a seguito di disordini e danneggiame...

Penale preclusa senza riapertura delle indagini

del 22/09/2010

Una volta archiviato il procedimento, il Pubblico Ministero perde il potere di adottare ulteriori op...

Scarcerazione senza prove

Avv. Barbara Sartirana del 10/01/2012

La sentenza della Cassazione Penale n. 46976 depositata in Cancelleria il 20 dicembre 2011 (in rel...