Consulenza o Preventivo Gratuito

Condominio: società per amministratore

del 08/07/2013

Condominio: società per amministratore

La legge dell’11.12.2012 n. 220 di Riforma della materia condominiale dispone che amministratore di condominio può essere anche una società, fatta salva la disposizione di attuazione del Codice Civile n. 71 bis che recita come segue: “i requisiti devono essere posseduti dai soci illimitatamente responsabili, dagli amministratori e dai dipendenti incaricati di svolgere le funzioni di amministrazione dei condominii a favore dei quali la società presta i servizi”.

La norma si riferisce a precisi requisiti: a) il godimento dei diritti civili; b) l’assenza di condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, contro la giustizia o contro la fede pubblica; c) non essere sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive; d) non essere interdetti o inabilitati; e) non essere annotati nel registro dei protesti cambiari; f) avere conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado e g) avere frequentato corsi per la formazione in materia di amministrazione condominiale e corsi di aggiornamento.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Caldaie e valvole per i termosifoni, cosa cambia?

La redazione del 02/10/2015

Nei giorni scorsi è entrata in vigore la nuova normativa che regola l'utilizzo delle caldaie ad uso...

Condominio: non basta la ricevuta dei pagamenti

del 21/09/2010

La ricevuta di pagamento emessa dall'amministratore al condomino rappresenta la prova della ricezion...

Telecamere vietate in condominio

del 29/12/2010

Vietata la videosorveglianza condominiale per la tutela dell'incolumità delle persone e delle cose d...