Consulenza o Preventivo Gratuito

Oggi il reintegro è sempre possibile?

del 04/07/2013

Contatta | Chiomento Donatella
via Cavalli 30 Torino 10138 Torino (TO)

Nella sua formulazione originaria l'articolo 18 della legge 300/1970 (c.d. “Statuto dei lavoratori”) costituiva un'importante forma di garanzia e di protezione del posto di lavoro, sostenendo l'obbligo del reintegro al lavoro in caso di licenziamento senza giusta causa.

Previo il ricorso presentato dal lavoratore leso, dichiarando la nullità del licenziamento, il giudice può disporre il reintegro dello stesso (anche nello stesso posto di lavoro) o proporre un'indennità – coincidente o con la corresponsione di 15 mensilità o modellata sull'anzianità di servizio. Infatti, l'articolo 18 prevede la condanna del datore di lavoro al risarcimento del danno subito dal lavoratore attraverso un'indennità pari alla retribuzione non goduta dal lavoratore per il periodo 'non-lavorato', compresi i contributi assistenziali e previdenziali maturati nel suddetto.

Nel corso del tempo, l'articolo 18 è stato oggetto di una serie di modifiche che, in generale, hanno comportato una riduzione del suo focus di tutela ed hanno conferito maggior flessibilità del reintegro. Sono stati ridotti i casi di reintegro per motivi economici e la discrezionalità del giudice nei casi di licenziamenti disciplinari, mentre non sono state apportate modifiche nel caso dei licenziamenti discriminatori.

I risvolti pratici, in particolare ex Riforma Fornero, sono complessi e sfaccettati nel senso che saranno le situazioni di specie a confermare o meno il diritto al reintegro del lavoratore. In tal modo, si è andato costruendo uno scenario che getta ancora più incertezza sulla posizione occupazionale di moltissimi, da un punto di vista operativo e normativo insieme: non esiste più un accordo unanime rispetto al reintegro, un'unica linea direttrice seguita dal legislatore.

Sul fronte giudiziario, si pensi che, recentemente, se da Bologna è stato sottolineato il diritto ad ri-entrare in possesso del proprio posto lavorativo, da Milano sono giunte notizie opposte: interpretando in maniera fedele la ratio della riforma Fornero, è stata dichiarata l'illegittimità del licenziamento impugnato ma, tuttavia, ne è stato bocciato il reintegro.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Somministrazione e rilancio dell’occupazione

del 08/07/2010

Con la Legge 23 dicembre 2009, n. 191 (Finanziaria 2010) il legislatore apportando importanti mod...

Il dirigente a progetto

del 13/07/2010

Sono sempre più numerose le aziende italiane che scelgono di avere un dirigente per il tempo necessa...

In Italia migliaia di lavoratori sono in nero

del 09/09/2010

Secondo l’Ufficio Studi della Confartigianato sono poco meno di 650.000 i lavoratori irregolari in...