Consulenza o Preventivo Gratuito

Certificato di maternità, lo invia il medico

del 01/07/2013

Certificato di maternità, lo invia il medico

Novità sul fronte dell’invio all’Inps del certificato di maternità da parte delle mamme lavoratrici: a breve infatti, questo adempimento sarà di competenza dei medici del Sistema Sanitario Nazionale, che assumerà l’obbligo di invio telematico all’Inps.

Questa procedura è stata resa possibile attraverso il Decreto del Fare (D.L.69/2013) in vigore dal 22 giugno 2013, con l’approvazione di un provvedimento che era inizialmente contenuto all’interno del DL di Semplificazione che di fatto ha modificato il DL 151/2001 dal titolo: “Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternità e della paternità, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53”.

Ad oggi la lavoratrice in stato di gravidanza, così come disposto all’articolo 1 del suddetto DL, deve presentare al datore di lavoro e all’Inps, prima dell’inizio del periodo di astensione obbligatoria per maternità, il certificato medico in cui si evince la data presunta del parto. Ma non basta: entro 30 giorni dal parto, deve ricordare di inoltrare il certificato di parto o la dichiarazione sostitutiva allo stesso Ente.

Ora invece, entro 90 giorni dall’entrata in vigore  del Decreto e come previsto dal comma 1bis, la dipendente in maternità non avrà più alcun obbligo di invio delle certificazioni all’Inps che, come accennato precedentemente, rientrerà fra gli incarichi da assolvere da parte dei medici del SSN.

Al comma 2bis troviamo ancora un’altra novità: sia il certificato di nascita che di eventuale interruzione di gravidanza, potranno essere inoltrati telematicamente dalla stessa struttura sanitaria, pubblica o privata, che dovrà aver cura di indicare nella certificazione da inoltrare, la data del parto o dell’interruzione di gravidanza, seguendo poi  le stesse procedure che si utilizzano per l’inoltro del certificato di gravidanza.

Per conoscere tempi e modalità di invio delle certificazioni però, bisognerà attendere 180 giorni dall’entrata in vigore del Decreto Legge: entro tale periodo infatti, verrà emanato un nuovo Decreto all’interno del quale verranno definiti le modalità e i tempi per l’invio del certificato di gravidanza con l’indicazione della data presunta del parto (d.p.p.) o dell’interruzione di gravidanza anche se già è certo che l’inoltro avverrà esclusivamente in via telematica con le stesse dinamiche finora utilizzate.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Somministrazione e rilancio dell’occupazione

del 08/07/2010

Con la Legge 23 dicembre 2009, n. 191 (Finanziaria 2010) il legislatore apportando importanti mod...

Il dirigente a progetto

del 13/07/2010

Sono sempre più numerose le aziende italiane che scelgono di avere un dirigente per il tempo necessa...

Indennità di maternità al padre

del 06/09/2010

Cattive notizie per i padri di famiglia liberi professionisti che non potranno percepire l’indennità...