Consulenza o Preventivo Gratuito

Requisiti per la pensione di invalidità

del 26/06/2013

Contatta | Chiomento Donatella
via Cavalli 30 Torino 10138 Torino (TO)

La pensione di inabilità è un trattamento economico richiesto dai lavoratori non in grado di svolgere la propria mansione a causa di una assoluta e permanente deficienza fisica o mentale.

Comporta l’ottenimento di un assegno volto a sostenere i costi di un’assistenza continuativa a causa dell’impossibilità di deambulare e di svolgere le attività quotidiane.

Come chiarito dall’Inps l’assegno spetta ai lavoratori autonomi, dipendenti ed agli iscritti ai fondi pensione sostitutivi ed integrativi dell’Assicurazione Generale Obbligatoria i quali abbiano almeno cinque anni di contribuzione ed assicurazione, di cui tre nel quinquennio precedente la data di presentazione della domanda. 

Ulteriori requisiti sono la cessazione di ogni attività lavorativa (compresi i trattamenti contributivi) e la cancellazione del soggetto dagli albi professionali e dagli elenchi di categoria. Esclusi dal trattamento sono coloro che usufruiscono già di servizi a carico della P.A. o usufruiscono di altre forme di previdenza o assistenza sociale.

Previo il soddisfacimento dei requisiti sanitari ed amministrativi, la pensione di inabilità decorrerà dal 1° giorno del mese successivo a quello di presentazione della domanda.

Quest’ultima, a cui deve essere allegato il certificato medico, può essere inoltrata attraverso tre principali canali telematici: il portale Inps, via telefono o usufruendo dei servizi offerti dal patronato.

Con Circolare 28.12.2012, n. 149 d) l’Inps ha modificato i criteri per la fruizione degli assegni: oggi si valuta il reddito familiare totale (non solo quello del pensionato), che deve essere inferiore a 16.127,30 euro lordi annui.

Tuttavia nell’anno in corso vigerà la liquidazione secondo i vecchi criteri! A complicare il quadro una recente sentenza della Cassazione che ha confermato l’orientamento precedente: stabilendo l’obbligatorietà di considerare anche il reddito del coniuge, migliaia di invalidi rimarranno esclusi dalla possibilità di avvalersi della pensione. I sindacati sottolineano la necessità che Governo o Parlamento approntino con urgenza un intervento.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Pensioni: le novità del 2011

del 27/12/2010

Dal prossimo anno cambiano i requisiti e modalità di percezione degli assegni di previdenza. Nel det...

Incentivi per chi assume over 50

Rag. Maurizio Cason Villa del 09/05/2012

Il Consiglio dei Ministri ha presentato il 23 marzo 2012 il disegno di legge di riforma del mercato...

Innalzamento dell'eta pensionabile per le donne

Dott. Paolo Mussi del 11/07/2011

Scrivere di pensioni è sempre stato difficile, tanto più in concomitanza con manovre economiche più...