Consulenza o Preventivo Gratuito

Maestra bacia sulla bocca i bambini, è abuso?

del 09/05/2013

Contatta | Studio Legale Pecchi
v.le Leonardo da Vinci 114 Roma 00145 Roma (RM)

Il caso vedeva una maestra d'asilo essere solita abbracciare e baciare sulle labbra i bambini ad essa affidati, al fine di instaurare, con essi, un clima di confidenza reciproca nell'ambito del rapporto educativo.

La Suprema Corte nella sez. VI, sentenza 12.03.2013 n° 11795 ha espresso il concetto che l’abuso deve essere interpretato con specifico riguardo alla evoluzione del paradigma di "abuso sul minore", esteso non solo alle condotte dannose sul piano fisico, ma anche a quelle pregiudizievoli sul piano psicologico, correlato allo sviluppo anche sociale della persona, destinataria dell'azione di educazione, istruzione, cura, vigilanza o custodia.

Occorre fare riferimento, secondo il giudice nomofilattico "alla complessa valutazione della specificità del rapporto "educatrice-bambino", soppesata l'età dei destinatari, il loro bisogno di rassicurazione all'atto del distacco dai genitori, e la corrispondente possibilità di modesti fugaci contatti corporei "viso-viso" tra personale educativo e bambini, finalizzati proprio a creare un clima di reciproca confidenza, essenziale in tale contesto socio-educativo e decisamente funzionale alla riduzione, nel bambino stesso, dell'ansia da distacco dall'ambiente e dalle figure familiari di riferimento".

Di conseguenza esulano dalla specifica tutela penale, approntata dall'art. 571 c.p., quelle condotte che, per le concrete modalità non violente e tipicamente affettuose, non possono essere interpretate, per la loro connotazione di piccolo eccesso o mancanza di misura nel relazionarsi educatore-bambino, come abuso in ambito "scolare materno infantile".

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
La quantificazione del tasso alcolico

del 19/07/2010

Tribunale di Monza 17-07-2008 Giudice Monocratico Barbara - ART. 186 C.D.S. Poiché oggi la quantific...

Guida in stato di ebbrezza: co-proprietà

del 27/07/2010

Sequestro dell’auto per guida in stato di ebbrezza anche se vi sono due proprietari. Questa la dec...

Differimento della pena per il malato

del 13/09/2010

"Il giudice investito della delibazione della domanda per l'applicazione dell'art. 147 c.p. deve ten...