Consulenza o Preventivo Gratuito

Vendita del bene in comunione e risarcimento

del 23/01/2013

Contatta | Avv. Anna Maria Ghigna e Avv. Simone Campi
Corso Strada Nuova 128 Pavia 27100 Pavia (PV)
Vendita del bene in comunione e risarcimento

Nel caso in esame la moglie aveva richiesto il risarcimento del danno al marito che aveva venduto un immobile in comunione senza il suo consenso, dichiarando di essere celibe e proprietario esclusivo e, successivamente, ne aveva acquistato altro di valore superiore che ricadeva, al pari del precedente, nella comunione legale. Nei primi due gradi di giudizio la moglie vedeva rigettate le proprie domande. La Corte di Cassazione (n.23199 del 17.12.12) affermava il diritto della moglie al risarcimento del danno in quanto i precedenti giudici avevano erroneamente dato rilievo dirimente all’acquisto da parte del marito del secondo appartamento, di valore superiore, quando l’indagine doveva arrestarsi all’accertamento dell’illegittimità della condotta dello stesso, derivante dal fatto che la vendita dell’appartamento era avvenuta contro la volontà della moglie.

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Diritto del padre al congedo

Rag. Maurizio Cason Villa del 22/02/2012

Con una sentenza dello scorso 9 febbraio 2012 viene riconosciuto al padre il diritto di usufruire d...

Possibile riesame della domanda bonus bebè

Dott. Fabio Ferrara del 07/09/2015

Secondo il comunicato n. 5145/2015 dell’INPS, le famiglie che hanno presentato domanda per ottenere...