Consulenza o Preventivo Gratuito

Comunicazioni legale-impresa: no alla riservatezza

del 17/09/2010

Comunicazioni legale-impresa: no alla riservatezza

Gli avvocati d’impresa non godono della stessa indipendenza professionale dei legali esterni, in virtù sia del loro stretto legame col datore, sia della loro dipendenza economica. E’ quanto stabilito dalla Corte di giustizia che ha respinto il ricorso di una multinazionale che lamentava una violazione del principio della parità di trattamento tra l'avvocato d'impresa e quello esterno riguardo la tutela della riservatezza delle comunicazioni intervenute tra la stessa ed i propri legali.

Nel dettaglio, i giudici europei hanno sottolineato come il principio di certezza del diritto "non impone il ricorso, per i procedimenti d'indagine a livello nazionale e per quelli condotti dalla Commissione, a criteri identici per quanto riguarda la riservatezza delle comunicazioni tra avvocati e clienti. Di conseguenza, il fatto che, nell'ambito di un accertamento condotto dalla Commissione, la tutela è limitata agli scambi con gli avvocati esterni non determina alcuna lesione di tale principio".

a cura della Redazione

vota  
Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c
SULLO STESSO ARGOMENTO
Accordi strategici: il consorzio tra imprese

del 08/07/2010

Il consorzio può trarre origine da un accordo tra i consorziati (c.d. consorzio contrattuale) o att...

Gli accordi di Joint Venture

del 19/07/2010

Il termine "joint venture", mutuato dal diritto anglosassone, viene utilizzato allorquando si tratta...

1,2 miliardi alle PMI

del 13/09/2010

Le PMI italiane, vera trama del tessuto economico nazionale, hanno retto l’impatto con la crisi econ...