Consulenza o Preventivo Gratuito

Coltivare qualche piantina di marijuana è reato?

del 13/12/2012

Coltivare qualche piantina di marijuana è reato?

L’articolo 73 D.P.R. 309/90 prevede come reato la produzione di sostanze stupefacenti e, fra le varie modalità di produzione, è menzionata la coltivazione.


Poiché il termine usato è coltivazione, quindi anche modesta cura di poche piante, e non piantagione cioè coltura di grandi dimensioni, appare punibile anche il far crescere poche piantine in casa.


Nel tempo la Suprema Corte si è espressa contraddittoriamente: con sentenza nr. 25674/2011 si decideva: “la coltivazione di una sola piantina di canapa indiana non è idonea a porre in pericolo il bene della salute pubblica o della sicurezza pubblica”; al contrario con la recentissima sentenza n. 45919/12, con riferimento alla coltivazione di 4 piantine ha sancito: “qualsiasi attività non autorizzata di coltivazione di piante dalle quali siano estraibili sostanze stupefacenti costituisce condotta penalmente rilevante”


Questione dunque aperta: non è punibile la detenzione di un modesto quantitativo destinato ad uso personale, ma la coltivazione è vietata; L’intero impianto normativo lascia ampio spazio interpretativo al Magistrato che deve tener conto della effettiva destinazione d’uso e della necessità di tutelare il bene della salute e sicurezza pubblica.



vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Partita regolare ma tifosi condannati

del 15/09/2010

Se un tifoso viene imputato per turbamento dell'ordine pubblico a seguito di disordini e danneggiame...

Penale preclusa senza riapertura delle indagini

del 22/09/2010

Una volta archiviato il procedimento, il Pubblico Ministero perde il potere di adottare ulteriori op...

Scarcerazione senza prove

Avv. Barbara Sartirana del 10/01/2012

La sentenza della Cassazione Penale n. 46976 depositata in Cancelleria il 20 dicembre 2011 (in rel...