Consulenza o Preventivo Gratuito

A chi è rivolta e a cosa serve l'attività di counseling

del 11/12/2012

A chi è rivolta e a cosa serve l'attività di counseling

Una definizione del Counseling adottata dall’Associazione Europea Counseling EAC nel 1995 dice “è un processo di apprendimento contrattualizzato tra counselor e cliente, siano essi individui, famiglie, gruppi o istituzioni, che affronta in modo olistico problemi sociali, culturali, economici e/o emozionali”.

Ancora l’EAC spiega “Il Counseling si occupa di problemi specifici, problemi di orientamento, di sviluppo personale e di consapevolezza, lavorando con emozioni, pensieri, percezioni e conflitti interni ed esterni".

L’obiettivo generale del Counseling è quello di offrire al cliente le opportunità di uno sviluppo autonomo che gli permetta di vivere in modo più soddisfacente”.

In parole semplici l’obiettivo è di far lavorare le persone su se stesse, per ottenere una maggiore soddisfazione come individui e come membri della società. Il counsellor “aiuta i clienti ad aiutarsi” trovando in sè le risorse per uscire dallo stato di disagio.

L’ottica è quella di supportare un’azione di riorientamento propositivo nei confronti della vita e del  lavoro.

 

vota  
Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati
SULLO STESSO ARGOMENTO
Le novità della mediazione civile

del 19/07/2010

La crisi della giustizia civile ha posto nuovamente sotto i riflettori i rimedi stragiudiziali di co...

I vantaggi della mediazione

Dott. Filippo Boni del 30/11/2011

La mediazione civile è il modo più moderno ed efficace per risolvere una controversia affidando a un...

Il recesso del socio

Rag. Lisa Di Sacco del 18/01/2012

Il diritto di recesso consiste nel diritto del socio di sciogliere il rapporto contrattuale che lo l...