Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Progettazione strutture per il tempo libero

del 22/09/2011
CHE COS'È?

Progettazione strutture per il tempo libero: definizione

La progettazione di una struttura per il tempo libero è l'operazione preliminare mirata all'apertura di una struttura edilizia atta a contenere attività per il tempo libero.

Arch. Carlo Cominazzini

Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della provincia di Milano
Arcom3 Architettura e Multimedia Srl

COME SI FA
Il tempo libero per definizione è quel periodo di tempo che viene vissuto senza lavoro o attività obbligatorie (scuola, studio, mangiare, dormire, lavori domestici, eccetera) .
Le principali strutture destinate per convenzione al tempo libero sono: cinema/teatri, palestre, piscine e discoteche.
Occorre specificare che ciascuna delle strutture per il tempo libero possiede caratteristiche assolutamente peculiari che ne divaricano enormemente il percorso progettuale.
Appare del tutto evidente che, mentre nei teatri e nei cinema i fruitori restano passivi e seduti, nelle strutture sportive e nelle discoteche il movimento sarà l'assioma da considerare nella progettazione architettonica e impiantistica, mentre nel caso delle piscine lo sarà l'elemento acqua clorata, con tutte le sue implicazioni.
Massima attenzione dovrà essere posta alla sicurezza attiva e passiva degli edifici che, per loro vocazione, dovranno ospitare numerosi frequentatori.
Si dovranno quindi studiare e distribuire attentamente le vie di fuga evitando percorsi lunghi e tortuosi; sarà necessaria la scelta e l'uso di materiali ignifughi in classe adeguata ed idrofughi.
Il progettista dovrà analizzare ed approfondire attentamente la distribuzione degli ambienti, cercando di evitare dispersioni di spazio, il tutto in ottemperanza alle normative tecniche e sanitarie.

Il progetto si espleta sostanzialmente in tre fasi principali:
  1. ideazione vera e propria, durante la quale il progettista definisce la consistenza volumetrica e la forma planimetrica dell'edificio, basati sui parametri urbanistici estrapolati nel Comune dove è previsto l'intervento (progetto di massima);
  2. definizione degli spazi interni/esterni dell'edificio con verifica dei vari parametri dei regolamenti cogenti (regolamento edilizio/regolamento igienico-sanitario; vigili del fuoco, inserimento ambientale, eccetera), e successiva presentazione in Comune per l'ottenimento delle necessarie autorizzazioni edificatorie (progetto esecutivo per autorità);
  3. elaborazione finale, durante la quale il progettista produce una serie di elaborati specifici per la realizzazione dell'edificio da consegnare in cantiere (progetto esecutivo e costruttivo).

CHI
E' opportuno rivolgersi ad architetti e ingegneri abilitati specialisti del settore; geometri abilitati, quando la dimensione dell'intervento lo consenta.

vota  

Con l'inserimento dei miei dati dichiaro di aver preso visione ed accettato il Trattamento dei Dati

PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA DI EDIFICI RESIDENZIALI: VOCI CORRELATE

Progetto edilizio definitivo

di Geom. Alice Cominazzini del 24/11/2011

Il progetto edilizio definitivo è quella fase progettuale che segue il progetto preliminare e costit..

Progettazione architettonica di loft

di Geom. Alice Cominazzini del 08/03/2012

La progettazione architettonica di loft è un'operazione preliminare mirata alla costruzione di unità..

Progettazione edificio civile

di Arch. Carlo Cominazzini del 08/03/2012

La progettazione di un edificio civile è il procedimento di ideazione grafica di una costruzione ad ..

Progetto di una taverna abitabile

di Geom. Alice Cominazzini del 17/01/2012

Per taverna si intende una pertinenza dell'abitazione, collocata al piano seminterrato o interrato, ..

Progettazione casa di campagna

di Arch. Simona Ferradini del 31/03/2011

Si definiscono case di campagna edifici residenziali nuovi o esistenti in muratura o in pietra, situ..