Il Professionista su misura per te
o richiedi una
Chiedi una Consulenza o Preventivo Gratuito

Responsabilità degli enti: compliance programs

del 05/07/2016
CHE COS'È?

Responsabilità degli enti compliance programs: definizione

La responsabilità degli enti è una fattispecie di responsabilità penale che è stata introdotta nell'ordinamento italiano con il d. lgs. n. 231 dell'8 giugno del 2001. Tale decreto individua le responsabilità amministrative degli enti in relazione ai reati commessi dai loro dipendenti, dai loro amministratori o dai loro dirigenti a favore degli enti stessi. Lo scopo è quello di investire gli operatori economici di una specie di ruolo di garanzia con l'obiettivo di evitare qualunque tipo di reato nell'ambito dell'esercizio dell'impresa. In seguito all'introduzione del d. lgs. n. 231 dell'8 giugno del 2001, è stata introdotta anche la Legge 366 del 2001, la cosiddetta Legge Delega di riforma del diritto societario, che ha ampliato la disciplina della responsabilità amministrativa degli enti anche nell'ambito dei reati societari. Una parte dei dispositivi che sono stati adottati dal d. lgs. 231 hanno una provenienza anglo-americana: derivano, infatti, dai Compliance Company Programs, che non sono altro che dei prototipi organizzativi che hanno il fine di uniformare i comportamenti dei singoli e di mettere in atto dei sistemi di controllo interno per fare sì che la correttezza e la liceità dell'esercizio dell'impresa vengano salvaguardate. 


COME SI FA

Cosa prevedono i Compliance Programs?

I Compliance Programs, quindi, sono modelli di organizzazione che contengono le linee guida da seguire per evitare conseguenze penali da illecito amministrativo: a questo scopo le piccole e medie imprese sono tenute ad adottare un modello di organizzazione in azienda. Il d. lgs. 231 del 2001 ha introdotto la disciplina del market abuse, vale a dire l'illecito amministrativo, a carico di enti e società in relazione a reati compiuti a vantaggio di persone che hanno, con gli enti e le società stesse, una relazione stretta. Tale innovazione legislativa ha rappresentato semplicemente un adeguamento delle norme nazionali alle convenzioni internazionali già in essere.


CHI

Le piccole, medie e grandi imprese.


FAQ

1. Quali sono le conseguenze a cui possono andare incontro le piccole imprese dal punto di vista penale?

Le piccole imprese possono incorrere in conseguenze penali di una certa rilevanza - soprattutto se considerate in funzione delle loro dimensioni ridotte - nel caso in cui mettano in atto una condotta censurabile. Proprio per questo motivo servono i Compliance Programs, che sono dei modelli contenenti misure e procedure che permettono di evitare i rischi che potrebbero derivare da queste responsabilità amministrative. I modelli devono includere un protocollo preventivo di informazione riguardante le operazioni in corso e un'analisi dell'attività aziendale in cui il reato potrebbe essere commesso. In sostanza, il compito è quello di identificare le attività a rischio e le cattive condotte possibili. Le procedure di ORAMCO (organizzazione, amministrazione e controllo) dovrebbero essere ottimizzate, mentre sarebbe opportuno ricorrere a un sistema disciplinare che si basi su lettere di biasimo o, nei casi più gravi, sulla possibilità di interrompere i rapporti di lavoro. 

2. Cosa si intende con inversione dell'onere della prova?

La normativa in vigore prevede come regola generale che sia compito degli enti provare di non aver commesso i reati che vengono loro contestati: ecco perché si parla di inversione dell'onere della prova. Entrando più nel dettaglio, nel caso in cui il reato venga compiuto da uno o più soggetti che si trovano in una posizione apicale spetta agli enti provare che tutti i modelli di organizzazione, di amministrazione e di controllo necessari sono stati adottati per prevenire quel reato. 
vota  

Inserendo i miei dati accetto le Condizioni d'uso e il trattamento dati
Voglio ricevere le newsletter di Axélero S.p.A. come specificato nel paragrafo 2b
Voglio ricevere le newsletter di società terze come specificato nel paragrafo 2c

RESPONSABILITÀ AMMINISTRATIVA DA REATO DEGLI ENTI: VOCI CORRELATE

Responsabilità degli enti: presupposti

di Avv. Carlo Melzi d'Eril del 21/03/2011

Si tratta di una forma di responsabilità delle persone giuridiche derivante dalla commissione di ill..

Responsabilità degli enti: confisca

di del 19/04/2017

La confisca prevista dalla legge della responsabilità degli enti in ambito amministrativo è un atto ..